Luciano Violante contestato con gavettone da Gabriele Manzo (video)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 8:50 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 8:51
Luciano Violante contestato con gavettone da Gabriele Manzo (video)

Luciano Violante (Foto Lapresse)

GENOVA – Acqua e contestazioni su Luciano Violante alla festa del Pd al Porto Antico di Genova. Mentre Violante rispondeva alle domande dei giornalisti un uomo, Gabriele Manzato, 34 anni, gli si è avvicinato e gli ha versato in testa dell’acqua da una bottiglietta.

L’esponente del Pd, già contestato durante il suo intervento insieme a Stefano Fassina, non si è scomposto e ha ripreso a parlare. L’uomo che gli ha gettato l’acqua è stato fermato. In passato, scrive il Secolo XIX, aveva già aggredito l’ex sindaco di Genova Marta Vincenzi, l’attuale sindaco di Genova, Marco Doria, e il governatore della Regione Liguria, Claudio Burlando. 

Bagnato, Violante ha detto ai cronisti che il ricorso degli avvocati di Silvio Berlusconi alla Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo sarebbe infondato. “Per essere fondato dovrebbe presupporre che la decadenza sia stata applicata. In questo caso non è stata applicata e quindi non credo sia ammissibile il ricorso”, ha spiegato il giurista.

E riguardo alla retroattività della legge Severino sul caso di Berlusconi, su cui la Giunta per le elezioni del Senato è chiamata ad esprimersi lunedì 9 settembre, Violante ha detto: “Secondo me non c’è questo problema. E’ la mia opinione, aspettiamo che decida la Giunta tranquillamente. Io dico lasciamo libera e tranquilla la Giunta di decidere secondo le regole. Sono già state espresse troppe opinioni in questa fase. Adesso basta. La Giunta funziona come se fosse un tribunale. Lasciamola decidere”.