Giulia Moi, eletta M5S: “Ho trovato molecola anti cancro”. Rete chiede: Mostrala

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Maggio 2014 15:04 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2014 16:54

Giulia-Moi-300x271ROMA – Giulia Moi, fresca di elezione all’Europarlamento per il M5S, sul suo curriculum ha scritto di aver fatto una importante scoperta che contrasta leucemia e melanoma. Tumori, insomma. Ma della scoperta non si sa nulla, di materiale scientifico neanche l’ombra, così a qualche elettore del M5S è venuto in mente di chiedere delucidazioni.

La risposta dell’europarlamentare è secca: “I vincoli contrattuali a cui è sottoposta la mia ricerca mi impediscono di fornire ulteriori precisazioni”.  Ne è nato così, manco a dirlo un caso politico. Un “caso” che abita soprattutto dentro l’elettorato M5S: molti a chiederle in rete se davvero c’è quello studio e quella cura, se è vero credito scientifico o credito alquanto millantato. E a chiederle se una cittadina/portavoce/eletta di M5s può opporre segreto industriale ed esclusiva da multinazionale alla richiesta di pubblicità dello studio clinico-medico.
Giulia Moi, sarda, è laureata in Scienze biologiche e si è specializzata al King’s College di Londra, così come recita il suo curriculum disponibile sulla pagina che il blog di Beppe Grillo dedica ai candidati alle Europee:

“Laurea in Scienze Biologiche (Nuovo Ordinamento) presso l’Università di Cagliari. Specializzazione (PhD_Doctor in Philosophy) in ricerca e sviluppo di nuovi farmaci da sostanze naturali presso il King’s College of London e presso la Stiefel/Glaxo Smith-Klime pharmaceutical company (10 borse di studio disponibili nel mondo). Specializzata nella scoperta di nuovi farmaci oncologici di origine naturale”. “Ho partecipato a convegni (Cina, America, Africa, Russia) e corsi di specializzazione riguardanti la Scienza e l’Innovazione Imprenditoriale presso la King’s College Enterprise e la CASS Business School of London. Ho scoperto una molecola proveniente da una pianta della foresta Sud-Africana efficace per la leucemia e il melanoma, premiata per la scoperta dal King’s College e dalla Stiefel/GSK”.

Ed eccolo il passaggio giudicato da alcuni poco chiaro, poco esauriente. Una scoperta contro il tumore e nessuno sa niente? Nella stessa pagina un link rimanda al titolo della pubblicazione della Moi: “Chemistry and Biological Activity of Kigelia Pinnata Relevant to Skin Conditions”, ossia: “Attività biologica e chimica della Kikelia Pinnata sulle condizioni della pelle”. Poi la Moi specifica:

Il sogno di poter sviluppare questo farmaco nella mia terra di origine mi ha fatto scontrare con una realtà locale piena di burocrazia, inefficienza e corruzione: dopo aver vinto il bando europeo “Europeando” in collaborazione con il King’s Colle of London, l’obbligo di un corso di formazione regionale mi ha portato a scoprire e a denunciare alla magistratura la corruzione dilagante nel gestire la cosa pubblica. Tuttora in corso, l’indagine sta facendo luce su tutta la mala-gestione dei fondi POR europei in Sardegna.

Molti, soprattutto la base, del M5S chiedono chiarezza sulla scoperta della Moi, ma nonostante le polemiche lei non si sbottona e spiega il perché:

Contattato da Repubblica.it, lo staff della Moi aggiunge: “Giulia ha lavorato per il suo Phd a Londra. Esito di anni di impegno. Lì ha ricevuto una borsa di studio. Nei termini del contratto erano presenti alcuni vincoli: tutte le “scoperte” e gli esiti della ricerca sarebbero restati nelle mani dei committenti”.