Albero di Falcone a Palermo: una clochard la ladra di bigliettini. La inchioda un video

Pubblicato il 28 Aprile 2010 11:11 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2010 14:33

Una donna anziana, trasandata nell’abbigliamento, vestita di colore scuro, che indossa un vecchio cappotto, e tiene una borsa di plastica bianca nella mano sinistra. È lei, secondo i poliziotti della questura di Palermo, la barbona che sabato pomeriggio si è impossessata dei bigliettini, delle foto e di un lenzuolo bianco appesi all’Albero Falcone. La donna è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso di alcuni negozi vicini; la polizia ha diffuso oggi le immagini.

Le riprese video confermano quanto già riferito da alcuni testimoni che hanno detto di avere visto allontanarsi la barbona, molto conosciuta nella zona, con il materiale rubato dalla grande magnolia di via Notarbartolo, davanti al palazzo dove abitava il magistrato. Le immagini provengono dalle telecamere a circuito chiuso dei negozi della zona di via Notarbartolo, a Palermo, dove si trova l’Albero Falcone e da cui, nei giorni scorsi, sono stati rubati foto, biglietti e immagini. Il video mette a fuoco infatti una signora, non più giovane, trasandata e vestita di colore scuro, con un cappotto e una borsa di plastica bianca.

Sembra che la donna si sia avvicinata nel primo pomeriggio di sabato alla magnolia, simbolo della memoria e dell’impegno antimafia, sottraendo oltre alla foto del magistrato e dell’agente di scorta Rocco Dicillo, uccisi nella strage di Capaci, anche lo striscione con la frase “Le vostre idee camminano sulle nostre gambe”.

Subito dopo la donna si sarebbe allontanata. Secondo gli agenti della questura di Palermo sarebbero considerate attendibili le testimonianze raccolte che concordano con le immagini registrate e che sembrano escludere, quindi, uno sfregio da parte della criminalità organizzata a pochi giorni dal diciottesimo anniversario della Strage. La polizia ha pubblicato sul suo sito www.poliziadistato.it le immagini.