Maltempo a Roma, piove nel bus e sulla banchina della metro VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Novembre 2019 15:24 | Ultimo aggiornamento: 9 Novembre 2019 10:25
piove nel bus a roma

L’acqua che cade dal tetto del bus

ROMA – Dall’alba di venerdì 8 novembre piove su Roma. Il maltempo che a Santa Marinella e Civitavecchia (nel nord del litorale romano ndr) ha provocato una tromba d’aria, a Roma ha provocato allagamenti e traffico dovuti alla pioggia continua. Come scrive Repubblica, le situazioni peggiori al Portonaccio e al bivio A24-Tangenziale est. Allagamenti anche a nord della città: Salario, Nomentano, Montesacro, tra le più colpite. Non è andata meglio nella parte sud della città come Portuense. Paralizzati anche centro storico e Lungotevere. 

Dai tetti dei disastrati bus romani è piovuta acqua. Diversi utenti esasperati hanno pubblicato in Rete filmati che mostrano quanto accaduto. Non va meglio nelle stazioni metro dove, in alcuni casi, è piovuto sulla banchina. Il video che segue è stato girato sulla linea 714 che da piazza Nervi e Palazzo dello Sport dell’Eur collega con la stazione Termini. 

Come scrive l’autore del video, il 714 “dovrebbe essere servito con vetture snodate da 18m e che invece è puntualmente gestito anche con vetture 12m, per cui tutti stipati ed allagati”. La stessa persona che pubblica il filmato mostra poi l’interno della stazione metro dei Monti Tiburtini: “Peccato che l’acquazzone era sulla banchina”. Per poi concludere ironicamente: “Urgono previsioni meteo anche interne”. 

Disagi non solo sui bus. Sulla Roma-Lido , la linea che collega il centro di Roma con Ostia, il quartiere della città che si affaccia sul mare. Qui non è andata meglio a causa del guasto di un treno avvenuto alle 7,44 a Casal Bernocchi. Quanto accaduto ha provocato l’assalto ai convogli successivi e forti rallentamenti.

Sul Lazio pioverà almeno fino alla mattina di sabato. Nella giornata di oggi, fa sapere la Protezione Civile, si prevede grandine, forte attività eelttrica e rovesci di forte intensità. 

Fonte: Repubblica, YouTube