Maradona in lacrime dopo aver visto recitare la figlia Dalma: il video

Pubblicato il 15 Giugno 2012 19:08 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2012 19:18

Diego Maradona (LaPresse)

BUENOS AIRES – Notte di emozioni e lacrime per Diego Maradona che in terza fila in un teatro di Buenos Aires con accanto la figlia Giannina, ha assistito al monologo della figlia Dalma nell’opera da lei scritta a quattro mani con la regista intitolata ‘La figlia di Dio’.

”Lei è il mio parafulmine”, ha assicurato Maradona piangendo quando è salito sul palcoscenico e ha dato il via, abbracciato a Dalma, ad un’improvvisata confessione senza veli.

”Ho trascorso bruttissimi momenti, con una infermità durissima e, in quei frangenti, di Giannina non avevo paura, ma quando lei mi accoglieva in piedi davanti alla porta, volevo sprofondare” ha ricordato Diego, praticamente in sintonia con cio’ che la figlia evoca nell’opera. ”Non potevo guardarti in faccia, perche’ sapevo che mi sarebbe costato molto continuare ad averti vicino, ma lo stesso non potevo non proseguire a guardarti fisso”, gli ha fatto eco Dalma, anche lei emozionatissima.

”Sei un’attrice ‘de la puta madre’ (grandissima nel gergo giovanile argentino, ndr)”, le ha anche assicurato Diego, rimbrottandola pero’ di essere anche una ‘botona’, che in termini familiari significa che ha spifferato tutto agli altri. Sorpredendo tutti, Maradona si è buttato anche in confessioni calcistiche. ”Ho ancora un anno di contratto in Dubai, ma pur se conservo le abitudini di qui ho nostalgia dell’Argentina e non vedo l’ora di tornare, magari per dedicarmi al teatro come Dalma”, ha precisato.

E quando gli hanno chiesto l’ennesima opinione su Leonel Messi, ha specificato: ”Non avrà il mio atteggiamento in campo, non ha la faccia di Brad Pitt né  il culo della nostra miglior vamp, ma è argentino e bisogna appoggiarlo poiché, se Dio vuole, ci fa vincere i mondiali”. E avvertito: ”E se gli rompono le palle, resterà nel Barcellona”.