Travaglio a Servizio Pubblico: “Mandarli tutti a casa”

Pubblicato il 17 Maggio 2012 23:06 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2012 23:09

ROMA – Ha anticipato rispetto alle altre puntate il suo editoriale Marco Travaglio alla trasmissione di Michele Santoro, “Servizio Pubblico”.

Per il giornalista l’antipolitica è “quella che vediamo tutti i giorni, ovvero da anni si annunciano riforme per cambiare la politica, ma non se ne vedono perché nessuno ha tagliato un euro”.

Ha snocciolato tutti i difetti delle dichiarazioni di casta, ovvero tutti i politici che negli ultimi anni si sono lanciati in affermazioni per tagliare i costi e il numero dei parlamentari, dal leghista Umberto Bossi nel 2007 a Silvio Berlusconi del Pdl e al centrista Pierferdinando Casini nel 2009 a Dario Franceschini e Anna Finocchiaro del Pd nel 2011, fino a ricostruire tutti gli interventi dell’ex ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta e le sue “uscite” sugli statali. La conclusione di Travaglio è netta: “Mandarli tutti a casa”.