Matteo Renzi si fa “rubare” in tv il sito “soldi pubblici”. Sfottò sul web

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2014 20:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2014 20:26
Matteo Renzi si fa "rubare" in tv il sito "soldi pubblici". Sfottò sul web

Matteo Renzi si fa “rubare” in tv il sito “soldi pubblici”. Sfottò sul web (foto LaPresse)

ROMA – Matteo Renzi si fa “rubare” in diretta tv un sito internet. Una leggerezza che la rete, Twitter soprattutto, non gli perdona. Il sito in questione è soldipubblici.it e il “furto” avviene mentre il presidente del Consiglio è ospite di Enrico Mentana su Bersaglio Mobile in onda su La7.

La trasmissione è in diretta e Renzi annuncia l’intenzione di aprire un sito internet, soldipubblici.it appunto, in cui rendere trasparenti le rendicontazioni e i bilanci di parlamento e governo. Una ingenuità, perché mentre Renzi annunciava un telespettatore comprava proprio quel sito. Nessuno del governo, infatti, aveva provveduto nel frattempo a registrare il dominio. 

In rete funziona così: se un dominio è libero è assolutamente legale comprarlo, tranne casi eccezionali. L’acquirente ha comprato il tutto e postato l’avvenuta transazione compresi i dati sensibili. A Renzi gli sfottò per quello che è uno scivolone che denota una conoscenza non approfondita delle dinamiche del web. Al momento il sito in questione è inaccessibile: chiede un nome utente e una password. L’ingenuità però resta.

Il video