YOUTUBE Matteo Salvini visita campo rom via Salone

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 novembre 2017 12:26 | Ultimo aggiornamento: 9 novembre 2017 12:29
campi-rom-salvini-

Mateo Salvini nel campo rom di via Salone

ROMA – Matteo Salvini in visita nel campo rom di via Salone a Roma. Il campo è quello in cui vivevano i due ragazzi dello stupro alle 14enni.

Il Giornale racconta la visita del leader della Lega Nord. Su YouTube è apparso anche un video della visita:

“Sono le 11, voglio vedere quanti bimbi sono a casa e quanti invece sono in classe, visto che paghiamo pure lo scuolabus”, esordisce il leader della Lega entrando nel campo di via di Salone. Ad accoglierlo decine di nomadi. ‘Salvini che vuoi fare, ci vuoi buttare tutti in mezzo alla strada?’, urla una donna. ‘A chi vado a chiederla la casa? I fondi che l’Ue vi ha mandato per noi li avete spesi tutti’, accusa un’altra abitante della baraccopoli”.

“Ieri, dopo un blitz dei carabinieri all’interno del campo, nove persone sono state arrestate per furto di energia elettrica, spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti e oggi nell’insediamento il clima è ancora teso. ‘Ce l’avete sempre con gli zingari’, grida un gruppo di persone al passaggio del segretario della Lega. ‘La situazione qui dentro è fuori controllo, teoricamente ci abitano 400 persone ma in realtà di sera ne arrivano altre e spuntano casette di continuo, questo campo va chiuso’, dice convinto Matteo Salvini mentre si addentra tra le baracche scortato da cittadini e rappresentanti dei comitati di quartiere”.

“Sulla ‘chiusura dei campi rom’, a dire il vero, sembrano essere tutti d’accordo: la Lega, il Movimento 5 Stelle e persino gli stessi nomadi. Ma se il piano per il superamento dei campi voluto dalla giunta Raggi procede a rilento e i nomadi, da parte loro, invocano ‘soldi’ e ‘case popolari’, la soluzione proposta dal leader della Lega è quella di uno sgombero immediato dell’accampamento. ‘Qui ci sono cittadini comunitari, extracomunitari e italiani: gli italiani, come me, hanno il diritto e il dovere di affittare o comprare una casa e di mandare i figli a scuola, gli extracomunitari, invece, bisogna vedere se hanno il diritto di essere qua’, spiega a ilGiornale.it, Matteo Salvini.

“Poi c’è la questione dei roghi tossici. Da anni i cittadini denunciano che tonnellate di materie plastiche, metalli, pneumatici, elettrodomestici e rifiuti di ogni genere vengono bruciati nei terreni adiacenti al campo nomadi. Secondo un dossier dell’Arpa Lazio, che ha avviato una campagna di monitoraggio nell’area dell’insediamento, a causa dei roghi sarebbe aumentato il livello di concentrazione nell’aria di diossine e furani. ‘I roghi tossici sono la prima cosa che va bloccata, per la salute di chi sta dentro e di chi sta fuori’, dice Salvini che si dichiara d’accordo con l’ipotesi avanzata dal ministro dell’Interno, Marco Minniti, di ricorrere all’intervento dei militari dell’esercito impegnati nell’operazione ‘Strade Sicure’ per contrastare questo tipo di eventi. “Se io fossi al posto del ministro, però, non chiederei, farei”, commenta Salvini”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other