Maurizio Crozza: “Italia Repubblica fondata sulla ricerca del lavoro”

Pubblicato il 1 Febbraio 2012 13:01 | Ultimo aggiornamento: 1 Febbraio 2012 13:01

ROMA – “L’Italia è una Repubblica fondata sulla ricerca del lavoro” ha solennemente dichiarato Maurizio Crozza nella copertina di Ballarò andata in onda il 31 gennaio.

Davanti alle telecamere, il comico genovese si è presentato con cuffia, guanti e sciarpa a causa del maltempo che sta colpendo l’Italia. La prima notizia che Crozza commenta è proprio il freddo del nord, l’arrivo dei “giorni della merla “.

Il comico di Ballarò dice che a Milano anche i proprietari dei locali quando è arrivata la finanza hanno detto “eh ma che giornata di ‘merla”. Oltre al freddo al nord c’è stato anche il terremoto e secondo Crozza Milano ha tremato a causa dei troppi esercenti che battevano finalmente gli scontrini.

Crozza fa poi notare che i blitz sono iniziati a Cortina, poi sono andati a Portofino, poi in Via del Corso e poi nei quartieri della movida di Milano. solo due tipi di persona, secondo il comico possono fare una vita così in questi tempi: il finanziere e Lapo Elkann.

Non poteva mancare un commento sui tagli agli stipendi dei parlamentari. Anche se sono i più pagati d’Europa, si sono decurtati gli stipendi di 1300 euro lordi e per questo si sentono eroi. Crozza si agita e si toglie i guanti, la sciarpa e il cappello. Poi spiega che non è un taglio reale e che non sono per niente eroi. I 1300 euro erano un aumento per i vitalizi, tagliati perché si passerà dal sistema retributivo al contributivo, in pratica i parlamentari percepiranno una pensione dallo Stato pari al contributo dato, quindi hanno sterilizzato l’aumento facendolo comparire come un taglio. Poi, non poteva mancare anche questa volta una citazione su Capitan Schettino.

A seguire il video con la Copertina di Crozza: