Messico, pick dei narcos esplode e va fuori strada, un morto. Incidente o attacco? VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2020 14:04 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2020 14:09
pick-up dei narcos colpito

Messico, pick dei narcos esplode e va fuori strada, un morto

Il pick up dei narcos esplode ad Altar in Messico, non molto lontano dal confine con gli Usa. E’ stato un attacco o un incidente?

Pick up dei narcos messicani salta per aria improvvisamente. Accade ad Altar, nello Stato messicano di Sonora, non lontano dal confine con gli Usa.

Il pick up procede spedito quando è scosso da un’esplosione nella parte posteriore.

Il guidatore fatica a mantenere il controllo.

A cusa dell’esplosione, una persona è deceduta e altre sono rimaste ferite.

Messico, esplode il pick up dei narcos. Attentato o incidente? 

Due le versioni di quanto accaduto.

La prima ipotizza un attacco contro Josè Bibiano, alias El Durango. 

Si tratta del capo di una cellula de La Gente Nueva che appartiene al cartello di Sinaloa.

La seconda ipotesi parla invece di un “incidente”. Potrebbe trattarsi di una bomba a mano deflagrata per errore.  

In questa zona sono frequenti gli scontri tra gruppi rivali. Incontri che avvengono a colpi di mitragliatrici, lanciagranate, fucili ad alto potenziale (fonte: Corriere della Sera, YouTube).

Narcos messicani, ora il commercio dell’avocado rende più dell’oppio

Narcos messicani che differenziano sempre più spesso i loro interessi. Uno di questi è la produzione dell‘avocado, triplicata negli ultimi mesi.

Questo frutto che da tempo vede crescere la sua produzione in maniera sensibile ha quindi cominciato a far gola anche ai narcos. 

Nello stato del Michoacan nel Messico occidentale, si concentra la maggiore produzione di questo frutto che in Messico chiamano “l’oro verde”. Prodotto che, a conti fatti, rende più dell’oppio. 

Le cifre legate al suo commercio sono infatti da capo giro: solo per il Super Bowl 2020 sono state utilizzate 127mila tonnellate di avocado e la produzione in tutto il Messico è arrivata a toccare più di un milione di pezzi per un giro di affari che si aggira intorno ai 2 miliardi di dollari.

Un mercato così redditizio e in espansione non poteva non finire nel mirino dei narcos. Come? Ogni settimana i tantissimi i camion che partono dal Messico per rifornire la grande distribuzione in Usa vengono attaccati da bande.

I produttori vengono in molti casi costretti a pagare il pizzo.

Per questa ragione gli stessi produttori, ritenendosi insoddisfatti della protezione data dalla Polizia locale, si stanno rivolgendo alla vigilanza armata per proteggere loro stessi e i loro camion.

Come reazione, le bande di criminali che controllano larga parte del Messico, oltre ad assaltare hanno cominciato a sequestrare i camion che partono per gli Usa. Dopo il sequestro, gli avogado vengono rivenduti nei mercati paralleli.