Messico, sindaco non mantiene promesse elettorali: concittadini lo legano ad un furgone e lo trascinano VIDEO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 10 Ottobre 2019 10:57 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2019 11:01
messico sindaco non mantiene promesse

Una scena presa dal video

ROMA – I residenti del villaggio di Las Margaritas, nello Stato messicano del Chiapas, hanno sfogato in maniera estremamente violenta il risentimento verso il loro sindaco. Come riporta il quotidiano locale Excélsior, il primo cittadino Jorge Luis Escandón Hernández, è stato accusato di non aver mantenuto le promesse elettorali. Nello specifico, Hernández è stato accusato di non aver realizzato una strada da lui promessa durante l’ultima campagna elettorale.

La folla inferocita, costituita principalmente da agricoltori, avrebbe quindi fatto irruzione nell’ufficio del sindaco. Dopo averlo portato fuori con la forza, lo avrebbe picchiato. Poi, lo avrebbe “attaccato a un pick-up” che ha trascinato il politico per le vie della cittadina. Molti testimoni dell’aggressione hanno girato dei video che immortalano il sindaco con le mani legate attaccate tramite una corda al retro del pick-up: l’uomo viene trascinato su e giù per le stradine di Las Margaritas.

Alla fine, a mettere fine al supplizio è arrivata polizia del Chiapas che, dopo aver ingaggiato un duro scontro con gli abitanti della zona che ha portato al ferimento di 20, ha arrestato almento 11 persone coinvolte nell’aggressione al sindaco.

Il procuratore generale del Chiapas, al network americano Fox News ha condannato qualsiasi violenza contro i rappresentanti delle istituzioni. Non è la prima volta che Hernández viene aggredito: qualcosa di simile era accaduto già quattro mesi fa, e sempre a causa della mancata attuazione delle sue promesse elettorali. A raccontarlo è la Bbc: i cittadini erano anche allora arrabbiati per la condotta incoerente del sindaco. Per “punizione”, il suo ufficio venne imbrattato e devastato. 

Fonte: Il Giornale, Daily Mail