Miami, poliziotto arrestato dai colleghi: andava a 200 all’ora

Pubblicato il 31 ottobre 2011 16:35 | Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2011 16:35

MIAMI – Il poliziotto di Miami Fausto López di Miami andava di fretta ed è stato fermato mentre sfrecciava in autostrada a 193 chilometri all’ora dai suoi colleghi.

Lopez, 35 anni, doveva raggiungere il suo secondo posto di lavoro come guardia giurata in una scuola privata. L’agente della “Florida Highway Patrol”, D.J. Watts, si è vista costretta ad estrarre la sua pistola ed ammanettare il “collega”, in quel momento incredulo per quanto stesse accadendo.

Come riferisce il giornale locale “Miami Herald” la vettura della pattuglia di Miami inseguita per circa sette minuti, aveva attirato l’attenzione degli agenti della polizia stradale dello stato per la guida spericolata. Il poliziotto al volante zigzagava nel traffico, cambiava pericolosamente corsia e si rifiutava di rispondere ai lampeggianti e alla sirena che lo intimavano a fermarsi.

López ha infine deciso di fermare la folle corsa accostando. La poliziotta si è avvicinata e gli ha messo le manette ai polsi. A nulla sono valse le giustificazioni secondo cui sarebbe stato in ritardo per il suo secondo impiego fuori dal ordinario servizio: il Dipartimento della polizia di Miami ha avviato un’indagine amministrativa e l’ufficiale è stato accusato di guida spericolata.