Michele Santoro imita Renzi “l’americano”: “Ma Andreotti era right” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2014 12:53 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2014 12:53
Michele Santoro a Servizio Pubblico

Michele Santoro a Servizio Pubblico

ROMA –  Michele Santoro imita Matteo Renzi, “l’americano”: entrando in scena alla prima puntata di Servizio Pubblico della nuova edizione (e forse ultima), giovedì 25 settembre, il giornalista ha imitato l’inglese scarso del presidente del Consiglio e ha attaccato i talk show, rei di diffondere “la spazzatura”, nello specifico le sue poco esemplari partecipazioni in inglese.

“La spazzatura la devi nascondere sotto il tappeto, non mandarla in giro a mostrare le vergogne italiane. Basta con questi talk che vedono solo il negativo della realtà italiana. Tutto quello che non entra in un tweet ‘is out’, fuori”.

E poi ha ricordato altri politici che prima di Renzi avevano avuto lo stesso approccio ai talk show, come Silvio Berlusconi e Giulio Andreotti: 

“Andreotti, quello sì che uno ‘right'”.

La satira di Santoro prende spunto dalla visita di Renzi negli Stati Uniti, prima nella Silicon Valley, in California, e poi all’assemblea generale delle Nazioni Unite a New York.

“Ma come, io sono il vostro presidente del Consiglio, parlo all’Onu e voi mi prendete per il ‘bottom’ perché non parlo bene l’inglese. Vedono uno ‘young’ come me e e pensano: ‘questo fa sembrare Obama un vecchietto decrepito. Parla inglese anche se non lo sa parlare’.

E ancora:

“Questo è uno che ti spiana l’Isis e secondo voi io con questi giudizi dovrei prima imparare l inglese perfettamente e poi cambio the world? Spaghettari, gufi. Siete una pizza con la pummarola in coppa. Io ve magno. Ammazza l’americano”.