Micronesia, aereo manca la pista e precipita nell’oceano: tutti salvi a nuoto VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 settembre 2018 10:09 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2018 10:43
Micronesia, aereo precipita nella laguna nell'oceano Pacifico

Micronesia, aereo manca la pista e precipita nell’oceano: tutti salvi VIDEO

ROMA – Ha mancato la pista nell’aeroporto di Chuuk, in Micronesia, e si è schiantato in acqua al largo delle isole nell’oceano Pacifico. L’aereo è finito così nella laguna e ha iniziato a inabissarsi, ma grazie al tempestivo intervento dei pescatori che hanno prestato soccorso tutti i passeggeri e l’equipaggio a bordo sono stati salvati. Sette persone sono state trasportate in ospedale, una di loro sarebbe in condizioni critiche ma stabili.  

L’aereo, un Boeing della copagnia aerea Air Niugini, ha mancato la pista di 130 metri durante la fase di atterraggio ed è finito tra le acque. A bordo c’erano 36 passeggeri e 11 membri dell’equipaggio, tratti in salvo appena in tempo: altri 5 minuti e sarebbero affondati completamente insieme al velivolo.

“E’ stata davvero una fortuna che non ci siano state vittime”, ha sottolineato Glenn Harris, ispettore dell’Autorità aeronautica civile della Micronesia, precisando che l’aereo era partito dall’isola di Pohnpei e aveva percorso circa 700 chilometri in direzione est prima di atterrare sull’acqua poco prima delle 10 di mattina.

Harris ha poi riferito di non avere visto personalmente le persone soccorse, ma che a bordo si trovavano circa 30 passeggeri, in gran parte uomini d’affari in viaggio tra la Micronesia, Papua Nuova Guinea e Australia, alcuni turisti e 10 membri dell’equipaggio. L’isola di Chuuk è nota ai sub di tutto il mondo per gli eccezionali relitti custoditi nei suoi limpidi fondali. Tra questi, 50 navi affondate durante la seconda Guerra mondiale. Ignote, al momento, le cause dell’avaria al velivolo. 

L’incidente è avvenuto i n un contesto simile a quello del ‘miracolo sull’Hudson‘ del 2009, raccontato nel 2016 da Clint Eastwood nel film ‘Sully’. Nell’incidente sull’Hudson, entrambi i motori di un aereo della Us airways erano andati fuori uso dopo avere incontrato uno stormo di oche durante il decollo dall’aeroporto La Guardia di New York. I piloti Chesley Sullenberger and Jeffrey Skiles riuscirono a far atterrare l’aereo nel fiume, e passeggeri ed equipaggio si salvarono camminando sulle ali del velivolo semisommerso fino alle barche di soccorso. La Air Niugini è la compagnia di bandiera di Papua Nuova Guinea ed è operativa dal 1973. L’incidente avviene a meno di due mesi dal summit per la Cooperazione economica Asia-Pacifico in programma per il 17 novembre prossimo a Papua Nuova Guinea.