Milano, Ghali e il VIDEO “Un passo alla volta” sulla fase 2

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Maggio 2020 12:26 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2020 12:34
ghali video un passo alla volta

Milano, Ghali e il video “Un passo alla volta” sulla fase 2

MILANO – A Milano un video, con la voce del rapper Ghali, invita al rispetto delle regole nella graduale riapertura della città.

A promuoverlo è il Comune di Milano con Milano&Partners, l’agenzia di promozione della città di Milano, promosso dal Comune di Milano e dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Nella Milano deserta di queste settimane di isolamento, cinque cittadini si preparano ad uscire di casa. È ‪il 4 maggio‬, il primo giorno della ‘fase 2’, e i cinque, indossata la mascherina, partono dai loro quartieri e, chi a piedi, chi in bici, chi con i mezzi, attraversano all’alba i luoghi famosi e meno di Milano: dallo stadio Meazza all’Arco della Pace, dalla” Galleria Vittorio Emanuele II alla Darsena, dal Barrios a piazza Leonardo da Vinci, da Porta Nuova al Teatro alla Scala, al Gratosoglio.

Uno dei cinque è Ghali e la sua voce accompagna questa traversata con un testo interpretato da lui stesso: “Un nuovo inizio. Un passo alla volta” è un invito ad affrontare con prudenza, consapevolezza e serenità l’uscita dal lockdown.

Nelle parole del rapper oltre al clima di sospensione degli ultimi mesi, anche un invito al rispetto delle regole e a non perdere la fiducia negli altri (“questa è la fase in cui stiamo capendo il valore della libertà”).

Il viaggio dei cinque protagonisti del video si conclude in piazza del Duomo, da dove parte il claim “Un nuovo inizio. Un passo alla volta”, che guiderà anche il racconto della città nei prossimi mesi. Il video, della durata di un minuto, sarà visibile da domani in tutta la città, diffuso sia attraverso i circuiti di comunicazione audiovisiva sia attraverso affissioni, e a partire da stasera sui canali social di Comune, Camera di commercio, YesMilano e Ghali (fonte: Ansa, YouTubeAgenzia Vista /Alexander Jakhnagiev).