Mondiali di pallavolo: Julio Velasco, gesto dell’ombrello agli arbitri dopo Argentina-Polonia VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2018 16:24 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2018 16:25
Julio Velasco gesto ombrello

Mondiali di pallavolo: Julio Velasco, gesto dell’ombrello agli arbirtri dopo Argentina-Polonia

VARNA – A Varna in Bulgaria, gli argentini hanno sconfitto i polacchi per 3 a 2 in una partita valia per i Mondiali di volley che, secondo l’allenatore Julio Velasco, era stata arbitrata a favore della Polonia.

Dopo la vittoria della sua squadra, il Maestro si è sfogato in campo ripetendo più volte il gesto dell’ombrello verso il giudice di gara e gli avversari.

Julio Velasco è il coach dell’Italia che diventò, nel 2001, campione del mondo a Buenos Aires. Ora,. per via del suo gesto, la sua Argentina ha salutato il Mondiale senza neppure andare in campo contro la Serbia: la Commissione disciplinare della Federazione Mondiale ha infatti decretato la sconfitta a tavolino per 3-0 e la squalifica di Velasco.

Subito dopo il gesto dell’ombrello, Velasco aveva spiegato che gli arbitri sono stati molto tempo a parlare al microfono fra loro. “Sembrava che ci fosse da fare una votazione – ha spiegato -. L’ arbitro fischia o così o cosà ed è finita. Non è possibile questo. E non è possibile che l’ allenatore della Polonia tutte le partite faccia le stesse cose, che contesti tutti i palloni finché riesce a far cambiare la decisione e allora questa volta mi sono arrabbiato molto perché va bene tutto, però”.

Mentre appare chiaro che almeno due volte gli arbitri abbiano cambiato parere a sfavore dei sudamericani, non è chiaro se sotto rete Velasco abbia pronunciato anche frasi di altro tipo agli arbitri che hanno però deciso l’eliminazione dei sudamericani.