Musa Cerantonio, imam estremista con sangue calabrese arrivato in Iraq

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Luglio 2014 15:15 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2014 15:39
Musa Cerantonio, imam estremista con sangue calabrese arrivato in Iraq

Musa Cerantonio, imam estremista con sangue calabrese arrivato in Iraq

ROMA – Si chiama Musa Cerantonio, ha 29 anni, è nato e cresciuto in Australia ma ha il papà italiano, per la precisione calabrese. Ma Musa è soprattutto un Imam, uno di quelli “duri e puri”, che inneggiano alla Jihad, che invitano a “colpire” i leader occidentali.

Ora Musa Cerantonio, “grazie ad Allah”, come scrive lui su Twitter, è arrivato in Iraq, il Paese che dopo l’illusione della pacificazione sta vivendo un nuovo conflitto con gli islamisti radicali in marcia verso la capitale Baghdad.

La storia di Cerantonio, però, è tutta particolare. Due anni fa, racconta Fausto Bisoslavo  che sul Giornale gli dedica un lungo articolo, l’Imam era in Italia, a Brescia:

Predicatore della guerra santa, nato in Australia da padre italiano e madre irlandese, due anni fa era stato accolto come una star nel nostro paese. A Brescia in un un programma islamico di una tv locale e a Imola, Pordenone, Ferrara e Milano tenne avvincenti sermoni in italiano. Dal 3 luglio ha deciso di raggiungere il nuovo stato islamico dell’Irak e della Siria

Per spiegare il personaggio Cerantonio il Giornale ricorre a LorenzoVidino, autore di una ricerca dal titoo “Il jihadismo autoctono in Italia”:

Lorenzo Vidino, con la sua ricerca «Il jihadismo autoctono in Italia” ha svelato la deriva verso la guerra santa di Cerantonio. Da bambino, grazie al papà calabrese e alla mamma irlandese, frequentava il catechismo. A 17 anni, dopo una visita in Vaticano, il futuro jihadista restò turbato dalla Cappella Sistina iniziando la conversione all’islam. Lo racconta lo stesso Cerantonio in un programma tv indignato davanti alla raffigurazione di Dio e degli angeli con le ali. Dall’Australia diventa ben presto una star della predicazione integralista in tv e via social network. La sua pagina Facebook è la terza al mondo più seguita dai circoli della guerra santa. In Medio Oriente completa il percorso salafita e appare nei programmi in inglese della saudita Iqrra tv oltre a caricare fiammeggianti sermoni su YouTube.

Uno dei video Youtube di Musa Cerantonio. Qui spiega, in italiano, la sua conversione: