YOUTUBE Napoli, donna tenta di lanciarsi da finestra ospedale Santobono: vigile del fuoco e operatore 118 la salvano

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 aprile 2019 12:22 | Ultimo aggiornamento: 29 aprile 2019 12:22
Napoli, donna tenta di lanciarsi da finestra ospedale Santobono

Napoli, donna tenta di lanciarsi da finestra ospedale Santobono

NAPOLI – Una donna di origini brasiliane, di 34 anni, è stata salvata dall’intervento dei Vigili del Fuoco mentre si stava lanciando nel vuoto dal quarto piano dal balcone dell’ospedale pediatrico Santobono Pausilipon nel quartiere Vomero a Napoli, dove si trova ricoverata il figlio.

La donna è stata bloccata da un pompiere ed un operatore del 118 della postazione San Gennaro. I due uomini si sono coordinati: uno l’ha cinturata, l’altro l’ha presa per la vita, riuscendo a tirarla dentro mentre era già in caduta.

Il vigile del fuoco intervenuto appartiene alla squadra 3B del Vomero: oltre a lui ha operato un’autoscala ed il nucleo Saf (speleo alpino fluviale) di Napoli. Durante le operazioni di salvataggio, il caposquadra dei vigili del fuoco si è ferito alla mano.

Il gesto della donna che vive a Procida, è stato dettato probabilmente da un momento di disperazione familiare.  

E la Croce rossa di Napoli ha voluto rimarcare la professionalità deo suoi uomini in una nota: “Stamane presso l’ospedale Santobono la donna che ha tentato il suicidio è stata salvata da un operatore della Croce rossa di Napoli, componente della postazione 118 del San Gennaro. I video diffusi evidenziano on maniera inequivocabile ed emozionante il coraggio e la professionalità di quell’uomo con la maglia rossa e l’emblema della Croce Rossa Italiana”.

Il presidente della Croce Rossa di Napoli, Paolo Monorchio, l’autore della nota, spiega ancora: “Ho deciso di proporre un encomio solenne per il nostro operatore che con un atto di amore e coraggio è riuscito a salvare una giovane madre da un’azione suicida. A lui ed a tutti gli operatori del 118 – conclude – va il nostro ringraziamento e riconoscimento per quanto fanno tutti i giorni in città”. 

Fonte: Ansa