Malata terminale di cancro, il tribunale di New York autorizza la sua morte

Pubblicato il 5 ottobre 2012 19:18 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2012 20:49

NEW YORK – Grace Sung Eun Lee potrà morire. La corte d’appello di New York ha dato il consenso. La giovane malata terminale di cancro al cervello e paralizzata in un letto d’ospedale potrà ottenere che i medici stacchino la spina delle macchine che la tengono in vita. Contro il parere dei genitori.

Il reverendo Manho Lee e la moglie Jin-ah Lee si sono battuti in tutte le sedi per impedire che la figlia potesse avere il consenso a morire. I genitori, devoti cristiani, sono convinti che, morendo così, la ragazza finirebbe all’inferno.

Ma quel consenso è arrivato. E Grace, che ha 28 anni è completamente paralizzata, potrà almeno vedere realizzata la sua volontà.