Newtown, strage Sandy Hook. Audio telefonate a 911: “Stanno sparando” (video)

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 5 dicembre 2013 9:51 | Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2013 9:51
Newtown, strage Sandy Hook. Audio telefonate a 911: "Stanno sparando" (video)

La scuola elementare Sandy Hook di Newtown

ROMA – “Penso che ci sia qualcuno che sta sparando nella scuola elementare Sandy Hook”: è una delle telefonate fatte al 911 il 14 dicembre 2012, durante quella che sarebbe poi passata alle cronache come la strage di Newtown, Connecticut. Il “qualcuno” che sparava era Adam Lanza, vent’anni appena. E non avrebbe solo sparato a caso, ma avrebbe ucciso venti bambini di 6 e 7 anni, sei dipendenti della scuole tra maestre, insegnanti di sostegno e psicologhe. Poi, alla fine della mattanza, quando ormai la polizia aveva fatto irruzione nell’edificio, avrebbe ucciso anche se stesso.

La telefonata è solo una delle sette arrivate al centralino del 911 la mattina del 14 dicembre 2012. Prima questa, fatta dalla segretaria della scuola, Barbara Halstead, e pubblicate da diversi media americani. Poi quella del custode Rick Thorne, alle 9:36. “Sta succedendo qualcosa. C’è una sparatoria! Continuano a sparare”.

Un minuto dopo un’altra giovane donna, una maestra della Sanyd Hook, ha chiamato il 911, chiedendo aiuto. Ma la sparatoria, il lampo di follia del giovane Lanza, è stato così rapido che quando l’aiuto è arrivato, quando la polizia è entrata nella scuola elementare, intorno alle 9:40, per venti piccoli e sei maestre non c’era ormai più nulla da fare.