Neymar e la “simulazione dell’anno”: salta, urla, si contorce. Ma non è fallo

Pubblicato il 10 luglio 2012 20:53 | Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2012 20:55

RIO DE JANEIRO – Per i giornali brasiliani è la “simulazione dell’anno”. A compierla è Neymar astro nascente del calcio brasiliano e oggetto del desiderio di tanti club europei. Nonostante abbia solo 24 anni, però,  Neymar mostra un repertorio (tecnico e non) da giocatore consumato

Domenica 8 luglio, nel campionato c’è la sfida tra il Santos di Neymar e il Gremio. Ed è proprio il giovane fenomeno a indirizzare la partita a forza di gol e assist. Sul 3-0 però Neymar macchia la sua partita: sfugge a un avversario e si dirige verso la bandierina del calcio d’angolo. Il suo avversario lo rincorre ed entra per recuperare il pallone. Neymar salta, si contorce e urla di dolore. Il replay, però, è impietoso: non c’è contatto fisico, non c’è fallo. Nonostante questo l’avversario, proprio per la sceneggiata di Neymar, rimedia un cartellino giallo. Insomma: il talento brasiliano è pronto per il calcio europeo. Purtroppo.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other