Non è l’Arena, Di Maio insiste contro i giornalisti: “Quando ce vò, ce vò” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 novembre 2018 12:52 | Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2018 12:52
Di Maio Massimo Giletti

Di Maio legge a Giletti un elenco di titoli contro Virginia Raggi

ROMA – Luigi Di Maio è opsite a “Non è l’Arena” di Massimo Giletti su La7. Il conduttore chiede al leader M5s se è disposto a fare un passo indietro sulle parole contro i giornalisti pronunciate da Di Maio e Di Battista. 

Rispondendo alla domanda, Di Maio precisa: “Assolutamente no. L’assoluzione piena della Raggi perché il fatto non sussiste, ha dimostrato che i titoloni dei giornali che parlavano di corruzione imminenti, arresti” non erano vere e “hanno dimostrato lo stato della stampa in questo Paese: troppi giornalisti peccano di disonestà intellettuale”.

Intanto è arrivato, su Facebook, l’annuncio del giornalista di Repubblica Francesco Viviano: “Cari amici e colleghi basta parlarci tra di noi, passiamo ai fatti. Ho ricevuto e continuo a ricevere querele e altro. Faccio questo lavoro da decenni anche rischiando molto, ma sempre per informare. Quindi ho deciso (la prima volta in vita mia) di querelare Di Maio e Di Battista per le frasi offensive nei confronti dei giornalisti che ancora credono e fanno questo lavoro. Fatelo anche voi”.

L’esperto cronista palermitano ha presentato un esposto-querela ai carabinieri contro “dichiarazioni e affermazioni che offendono la categoria e me personalmente quale giornalista”.