Le notizie della settimana: selfie con Salvini, truffa ad Amazon, Trinità dei Monti, Sharon Tate

Giuseppe Avico
Pubblicato il 13 Agosto 2019 21:02 | Ultimo aggiornamento: 13 Agosto 2019 21:02
Le notizie della settimana: selfie con Salvini, truffa ad Amazon, Trinità dei Monti, Sharon Tate

Le notizie della settimana: selfie con Salvini, truffa ad Amazon, Trinità dei Monti, Sharon Tate

ROMA – Ad oggi se hai nella tua immagine del profilo un selfie con un politico, Salvini per esempio, rischi perfino di non riuscire a prenotare in un albergo. Una ragazza di 19 anni, infatti, stava cercando un alloggio a Roma attraverso la piattaforma social Marketplace di Facebook. Poco dopo la ragazza si è vista rispondere che la stanza era libera, ma “non per chi ha una foto con Matteo Salvini”. Il messaggio di risposta continuava “se cercate casa a Roma vi consiglio di non pubblicare selfie del genere”. La ragazza ha raccontato che non è neanche tesserata con la Lega. Non è il primo caso questo, e sicuramente non sarà neanche l’ultimo. Questo è uno dei flash del notiziario video settimanale di Giuseppe Avico. Tre minuti di informazione di ogni genere raccontata e con didascalie.

Nel video poi si parla di un incredibile truffa ai danni di Amazon. Un ragazzo, residente nell’isola di Maiorca e con l’aiuto di un complice, ha truffato Amazon per 330mila euro con una tecnica che sa di film hollywoodiano. I due ragazzi, invece di rimandare la merce indietro tramite il classico reso, riempivano i pacchi con la sabbia e si intascavano il rimborso. Amazon non apre quasi mai i pacchi dei resi, ma anzi ti invia il rimborso giocando sulla fiducia. I due acquistavano prodotti su Amazon, si dichiaravano insoddisfatti e facevano il reso, ma rimandavano indietro pacchi pieni di terra e sabbia. I ragazzi, però, sono stati scoperti, bisogna dire molto tardi.

Poi ancora nel video si parla del divieto da questa estate di sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti, a Roma. Bivaccare e fare un pic-nic? Impossibile, perché verreste avvicinati da un vigile che vi inviterà ad alzarvi. Nei casi più estremi potrebbe perfino scattare una multa fino a 400 euro. Severo? No, giusto. In fondo si parla pur sempre di un monumento molto prezioso, e non di una panchina qualsiasi.

Infine nel video si parla del nuovo film di Quentin Tarantino C’era una volta a… Hollywood. Il 9 agosto del 1969, esattamente 50 anni fa, moriva l’attrice Sharon Tate. Fu l’ultima vittima di Charles Manson, o sarebbe meglio dire della famiglia Manson. Quello di Cielo Drive, sulle colline di Bel-Air, rimane una delle tragedie che più hanno scosso il mondo hollywoodiano. L’attrice era incinta di 8 mesi e aspettava un figlio dal regista Roman Polanski, ma questo non bastò a fermare la follia omicida dei suoi assassini. Descritta da chi la conosceva come una donna incredibilmente bella, solare e gentile Sharon Tate torna a vivere sul grande schermo, a distanza appunto di 50 anni dalla tragedia, nell’ultimo film di Quentin tarantino, interpretata da Margot Robbie.