Nunzia De Girolamo: “Se Boccia mi deve tradire lo facesse con Marianna Madia”

Pubblicato il 24 aprile 2013 16:13 | Ultimo aggiornamento: 24 aprile 2013 16:27
Nunzia De Girolamo: "Se Boccia mi deve tradire lo facesse con Marianna Madia"

Nunzia De Girolamo

ROMA – Nunzia De Girolamo del Pdl dice sul marito Francesco Boccia del Pd: “Se lui proprio dovesse tradirmi, preferirei lo facesse con una di sinistra, come Marianna Madia“. Il tutto a “Un giorno da pecora”.

Che tipo è suo marito in privato? Le chiedono. “Lui è un progressista fuori di casa, ma in casa è un conservatore, un uomo del sud”, risponde lei. Quindi in casa chi fa di più? “In casa faccio tutto io”. E’ vero che suo marito, prima di conoscerla, era un po’ ‘farfallone’? “Era molto birichino e continuo a non fidarmi”. Gli controlla anche il telefonino? “No, non glielo controllo. Ha la password…”. Se suo marito dovesse tradirla, preferirebbe lo facesse con una donna di destra o una di sinistra? “Spero non accada mai, se proprio dovesse farlo, che vada a pescare in casa sua, a sinistra”. Con quale parlamentare? “Se dovessi scegliere io, sceglierei la Madia”.

Sulla possibilità che Boccia diventi ministro per la Coesione Sociale, De Girolamo dice: “Mi farebbe piacere per lui se dovesse farlo, ma non entro negli affari del Pd”. Quale potrebbe essere il Ministero più adatto a lui? “Lui farebbe meglio di tutto il Ministro della Famiglia, un ministero che sarebbe molto utile in Italia”. Lo ha preso in giro per il fallimento del Pd alle votazioni per il Colle? “No, non c’è gusto, è come sparare sulla Croce Rossa…”.

La De Girolamo poi parla del Movimento 5 stelle. Su Beppe Grillo dice: “Ha un problema serio, è pericolosamente irresponsabile”. Sui grillini dice sono come Ambra Angiolini con Boncompagni: “Quando ieri Napolitano in aula ha ricordato i giovani morti nelle missioni di pace, e loro in Parlamento non si sono alzati, non lo hanno fatto perché non erano collegati a Boncompagni, come avviene di solito”. In che senso? “Sa quando Ambra parlava o taceva solo in base agli input di Boncompagni? Così fanno i grillini con Grillo”.