Roberto Musci, preso il killer Giancarlo Orsini. Telecamera nascosta lo incastra

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2014 10:42 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2014 15:18
Il luogo dove è stato assassinato Musci, a Casalotti.

Il luogo dove è stato assassinato Musci, a Casalotti.

ROMA – Arrestato Giancarlo Orsini, 47 anni romano pluripregiudicato. E’ lui il presunto killer di Roberto Musci, ucciso lo scorso 23 gennaio a Casalotti, in una villetta del un complesso residenziale di via Lazzati. Ad incastrarlo una telecamera nascosta dalla stessa vittima all’ingresso della palazzina.

Le immagini video mostrano il momento dell’esecuzione: l’assassino, spacciandosi per un ufficiale giudiziario, ha attirato Musci fuori casa, dove era costretto agli arresti domiciliari. Poi ha tirato fuori la pistola e lo ha freddato con 6 colpi. Ed è fuggito via in sella al suo scooter.

L’arrestato è stato trovato in possesso di una pistola calibro 9 e di un paio di occhiali da sole su cui, grazie ad accertamenti tecnici eseguiti nei laboratori del Ris dei carabinieri di Roma, sono state trovate due tracce biologiche appartenenti a Musci.

All’indagato è inoltre contestata l’aggravante del delitto commesso con metodo mafioso, poiché l’agguato avrebbe le caratteristiche di un omicidio su commissione maturato in contesti di malavita organizzata della Capitale.

Secondo gli inquirenti l’omicidio è legato allo spaccio di droga nel quartiere romano del Trullo e in particolare a una grossa partita di cocaina, da ben 400mila euro, che la vittima non avrebbe pagato.

Questo il video diffuso dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma e caricato su YouTube da Roma Report.