Padre César Scicchitano: il prete Rock con le Converse ai piedi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Aprile 2014 15:39 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2014 16:03
Padre César Scicchitano (Foto Facebook)

Padre César Scicchitano (Foto Facebook)

BUENOS AIRES (ARGENTINA) – Dopo Suor Cristina è il momento di Padre César Scicchitano, 50 anni, frontman del gruppo “Padre Cesar y Los Pecadores”. Conosciuto nel Paese come “el Cura rockero”, il sacerdote ha scelto di utilizzare la musica per diffondere la parola di Dio, l’amore e la pace fra gli uomini.

I modelli musicali a cui si ispira sono Rolling Stones, Beatles, Deep Purple, Genesis e Stevie Wonder.  “Per noi il rock è una filosofia – ha detto- si può dire in un certo senso che anche Gesù era un rocker”.

Padre César twitta e posta frasi su Facebook, conduce un programma radiofonico e ha più di dieci album all’attivo. Grande ammiratore di Papa Francesco, che conosce personalmente, durante un’intervista al China Post ha dichiarato: “La fede senza la musica è come un film senza musica, noioso”.

Insieme alla sua band ha aperto importanti spettacoli, riscuotendo un grande successo da parte dei fan, che hanno particolarmente apprezzato un pezzo del gruppo intitolato “Voglio un papa latinoamericano”, composto due anni prima dell’elezione di Bergoglio al pontificato e dunque quasi profetico.

In occasione dell’ultima Giornata Mondiale della Gioventù ha scritto una canzone intitolata “Francesco”, dedicata al Papa e al suo nuovo modo di approcciarsi alla religione.

“Il tema centrale è quello di una Chiesa che non può vivere chiusa dentro quattro mura, per un Vangelo che si offre e non si impone alla gente. Questo è Francesco”, parola di don César.