YOUTUBE Papua (Indonesia), polizia minaccia detenuto con serpente velenoso. Gli agenti ridono

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2019 11:44 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2019 11:44
La polizia minaccia il detenuto così. Gli agenti ridono, il video scioccante 1

Papua (Indonesia), polizia minaccia detenuto con serpente velenoso

ROMA – Un uomo viene arrestato con l’accusa di furto. Nella camera di sicurezza viene minacciato dagli agenti con un grosso serpente intorno al collo. Lo scopo degli agenti è di ottenere in questo modo una rapida confessione. Accade in Indonesia nella provincia di Papua. 

Il video è stato diffuso nei giorni scorsi ed ha suscitato diverse polemiche mettendo in crisi la polizia indonesiana. L’uomo, come mostra il filmato in questione, ha le mani legate dietro la schiena e la faccia terrorizzata. Il presunto ladro urla alla vista del serpente che gli agenti spingono verso il suo volto ridendo.

All’uomo, una voce ad un certo punto chiede quante volte abbia rubato i telefoni cellulari. E il ladro ammette di averlo fatto per ben due volte. 

La provincia indonesiana è abitata dai papuasi indigeni che da molto tempo denunciano comportamenti discriminatori da parte della polizia indonesiana nei loro confronti. Questo video è stato diffuso dall’avvocato per i diritti umani Veronica Koman: dopo essere diventato virale in Rete, le autorità sono state costrette a chiedere scusa pubblicamente.

E’ la prima volta che accade: la polizia ha prima provato a giustificare l’accaduto dicendo che il serpente non era velenoso e che il giovane fermato non era stato picchiato. Poi è stata costretta ad ammettere che si trattava di metodi non ortodossi, annunciando che gli agenti coinvolti saranno ora indagati.