Pasquale Bacco, medico negazionista: “Camion con le bare a Bergamo? Sceneggiata”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2020 11:50 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2020 11:50
Pasquale Bacco, medico negazionista: "Camion con le bare a Bergamo? Sceneggiata"

Pasquale Bacco, medico negazionista: “Camion con le bare a Bergamo? Sceneggiata”

“Lo sanno tutti che era una sceneggiata”, dice il medico negazionista Pasquale Bacco a proposito dei camion con le bare dei morti per Covid a Bergamo.

Intervento choc del medico legale Pasquale Maria Bacco nella trasmissione “La Zanzara” su Radio24. Bacco, già noto per le sue sortite negazioniste sul covid e sui vaccini anti-influenzali, definisce il nuovo dpcm “ennesima pagliacciata” e annuncia che in caso di lockdown è pronto ad andare in galera. Proclama che “il virus è strafinito”.

Parenzo allora lo chiama “Il divino Otelma”, ma il medico ribatte: “Mi auguro che venga a te il covid. Peccato che non ti sia venuto. L’unico che doveva prenderlo non l’ha preso”. “Non mi farei curare neppure mezza unghia incarnita da una testa di Bacco come te”, gli risponde Parenzo in diretta.

“Ma quali 353 morti – dice ancora Bacco. E’ sempre la solita storia, la solita fuffa. Sono tutte persone che stavano già malissimo. Finiamola. L’età media è altissima. Siamo veramente al ridicolo. Il virus non ha ucciso nessuno da solo, se non soggetti che avevano già malattie particolari, perché non ha la capacità di uccidere”.

Le bare di Bergamo

“Questo è pazzo – commenta Parenzo – Vallo a dire ai bergamaschi”. E allora Bacco si spinge se possibile ancora oltre: “I bergamaschi si dovrebbero vergognare perché si sono fatti tutti quei vaccini. Hanno fatto quella sceneggiata delle tombe. Ma dobbiamo credere ai camion militari? Di che cosa parliamo? Era tutta una sceneggiata. E’ risaputo che l’indicazione è quella di rendere la cosa più grave, perché, secondo loro, in caso contrario la gente non si metterebbe le mascherine”.

“Io mi auguro che tutti i parenti delle vittime ti facciano una class-action – replica Parenzo – e ti portino via tutto quel poco che hai. Mortaccione che non sei altro. Vergognati”.

A quel punto Bacco definisce il giornalista “prezzolato dalla lobby dei vaccini” e aggiunge: “Anche tu hai qualche morto sulla coscienza”. “Da chi sarei prezzolato, brutto imbecille? – sbotta Parenzo – Fuori i nomi! Cane rognoso. Chi mi avrebbe pagato? Strabacco dei miei co…oni. Verrai querelato da me e dai bergamaschi”. (Fonte La Zanzara).