Piacenza, il VIDEO dell’oggetto non identificato: ufologi smontano le bufale sul 5g

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 23 Aprile 2020 12:36 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2020 12:36
piacenza ufo

Piacenza, il video dell’oggetto non identificato in volo

ROMA – Alle 17.12 dello scorso 26 gennaio, un uomo avrebbe ripreso un oggetto non identificato in volo sui cieli della provincia di Piacenza.

L’uomo, Ayoub Mouhouch, ha inviato il video allo staff di A.R.I.A., l’associazione ricerca italiana aliena usando queste parole: “Ho un video di pochi secondi del cielo piacentino (…) dove viene vista una strana forma ma che all’occhio umano (a me) è stato ben chiaro vederlo Se lo volete posso mandarvelo”.

Il video, dall’associazione fondata dall’ufologo ligure Angelo Maggioni, è risultato essere genuino e senza alterazioni. Scrive l’associazione :”L’oggetto ripreso risulta reale, solido e in movimento, anche se non percettibile nel filmato, di colore scuro (come una buona parte degli oggetti non identificati ripresi di giorno)”.

“Non è risultato compatibile con ipotesi convenzionali tipo aerei, volatili, palloni sonda e satelliti, non risultano esserci stati droni per il controllo quarantena (anche perché il 26 gennaio non si era ancora in emergenza Covid-19 ndr)  non possiamo scartare invece del tutto l’ipotesi drone amatoriale, anche se dall’inizio quarantena la stessa Enac (l’ente italiana di controllo del volo ndr) ha diramato il divieto di volo di ogni tipo di drone amatoriale e non al di fuori di quelli preventivamente autorizzati al controllo da parte delle forze dell’ordine”.

Proseguono gli ufologi: “Ma è vero anche che, senza quarantena, i voli dei droni amatoriali sono vietati su città , posti affollati come le spiagge in estate, vicino ad obbiettivi sensibili come aeroporti . Teoricamente non abbiamo trovato altri elementi utili che possano spiegare la presenza misteriosa dell’oggetto che escluderebbero l’ipotesi convenzionale “. 

Ufo in volo a Piacenza, Maggioni se la prende con le bufale del 5G. 

“Vorremmo fare chiarezza su alcuni aspetti e visto la posizione di Piacenza vicina a Codogno e alla zona  calda della pandemia, alcuni colleghi ufologi e complottisti  stanno accomunando ipotesi fantascientifiche che vedono  l’intervento alieno per la propagazione del covid-19 annesso alle antenne 5G , o di satelliti che azionerebbero il contagio e via dicendo, tutto questo non solo è folle ma niente di più falso! “

Prosegue il comunicato:

“(…) Il caso in questione è decisamente affascinante e tanto misterioso , tenendo conto dei vari fattori e delle restrizioni che la stessa quarantena ha creato facilitando come paradosso le indagini essendoci davvero pochissimo movimento sia in cielo che in terra , rimane materia di studi e al momento viene classificato come oggetto volante non identificato!” (fonte: A.R.I.A, YouTube).