Pisa, scuola devastata dagli studenti di notte: c’è chi fa pipì sul muro FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 gennaio 2019 13:40 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2019 13:40
Pisa, scuola devastata dagli studenti di notte65

Pisa, scuola devastata dagli studenti di notte

PISA – Dopo essere entrati nella scuola rompendo le finestre, un gruppo di studenti dell’istituto alberghiero Giacomo Matteotti di Pisa hanno distrutto tutto quello che si sono trovati davanti ed urinato tra i banchi, provocando circa 20mila euro di danni.

La bravata avvenuta la notte tra domenica 20 gennaio e lunedì 21,è stata immoratalata sui social con tanto di emoticon soddisfatte. 

Gli atti di vandalismo sono stati compiuti da pochi studenti che ora rischiano una denuncia pesante. “Fotocopiatrici rotte, computer spariti, banchi rovesciati e distributori automatici completamente smontati. Anche un defibrillatore sarebbe stato distrutto. “Questo è lo spettacolo che ci è apparso al nostro arrivo – ha detto il preside della scuola di Pisa, Salvatore Caruso – Siamo stati costretti a chiamare una ditta esterna per ripulire i corridoi e togliere le polveri fuoriuscite dagli estintori”. Il preside racconta che i  custodi sono stati costretti a lavorare per due giorni per permettere alla scuola di riaprire.  

In uno dei video apparsi in queste ore (in fondo all’articolo alcune immagini estrette dai video) si vede anche un ragazzo fare pipì vicino al muro di un’aula e un altro che mentre fuma quello che sembrerebbe uno spinello. 

Nei video, i ragazzi colpevoli dell’atto di vandalismo hanno il volto coperto. Sugli stessi social, i ragazzi hanno detto di essere “stanchi di presidi che si comportano come poliziotti e minacciano denunce” e invitandolo ora “ad ascoltare e capire”.  Il preside si è detto addolorato e deluso per quanto accaduto e ha fatto sapere che formalizzerà presto la denuncia. “La maggior parte dei nostri studenti non condivide questi metodi – ha sottolineato – In molti, questa mattina, si sono presentati a scuola per dare una mano a rimettere in ordine e per dimostrare la loro vicinanza”.

La tv locale Rtv38 è andata nella scuola di Pisa ed ha provato ad ascoltare le “ragioni” dei ragazzi che hanno provocato i danni. I giovani, non appena vedono la telecamera, scappano via con il volto incappucciato.