Usa: poliziotti crivellano di colpi un uomo. Il video va sulla Cnn

Pubblicato il 17 agosto 2012 22:29 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2012 22:32

polizia spara matto michigan

SAGINAW, MICHIGAN – La polizia statunitense l’ha crivellato di colpi in mezzo a una strada: Milton Hall, un afroamericano di 49 anni, è morto a Saginaw, in Michigan. Aveva problemi psichici e, stando alla ricostruzione, nel momento in cui è stato “giustiziato” brandiva un coltello.

In meno di cinque secondi, gli sono stati sparati contro 46 colpi, secondo quanto riporta la Cnn, che ha ottenuto un video della sparatoria, girato con un telefonino da un passante, e lo ha mandato in onda, precisando che sulla ”controversa” vicenda è stata aperta un’inchiesta.

Hall, che secondo la madre aveva dei problemi di mente, era armato di un coltello e secondo il procuratore della contea di Saginaw, Michael Thomas, gli agenti hanno sparato ”perché apparentemente, a quel punto, stava minacciando di aggredirli”.

La vicenda risale al primo luglio, ma è emersa solo ora, dopo che la Cnn l’ha mandata in onda sia in tv che sul suo sito internet.

Nelle immagini, girate dall’altro lato della strada, si vede all’inizio Hall che discute con almeno sei agenti, muovendosi nervosamente. Lo si può anche sentir dire che è stato lui a chiamare la polizia, e quando un agente gli chiede di mettere giù il coltello risponde in maniera aggressiva che non intende farlo. Poi, all’improvviso, gli spari, a raffica, continuati.

La Cnn precisa di avene contati nel video almeno 30, ma la stampa locale ha riferito che ne sono stati sparati 46. ”Sembrava un plotone d’esecuzione”, ha affermato la madre del malcapitato, Jewel Hall, affermando che ”potevano fare qualcos’altro, non c’era bisogno di ucciderlo. Non era un assassino, non era un criminale”.

Milton Hall abitava da 35 anni a Saginaw, ha detto ancora la madre, aggiungendo che suo figlio riceveva un sussidio dalla previdenza sociale perché era affetto da una malattia mentale. E adesso, Jewel Hall vuole delle risposte: ”Lo conoscevano tutti. La polizia lo sconosceva bene. E allora perché? Perché lui? E perché l’inchiesta sta impiegando così tanto tempo?”.

La sparatoria è intorno al minuto 1.40 di questo video

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other