Un positivo sul volo Londra-Pisa. Lui isolato, altri passeggeri liberi in Italia VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2020 10:18 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2020 10:18
Un positivo sul volo Londra-Pisa. Lui isolato, altri passeggeri liberi in Italia VIDEO

Un positivo sul volo Londra-Pisa. Lui isolato, altri passeggeri liberi in Italia VIDEO

C’è un positivo a bordo del volo Ryanair Londra-Pisa. Il personale lo fa subito scendere. gli altri passeggeri invece liberi di circolare in Italia.

Momenti di apprensione per i passeggeri per un positivo bordo di un volo Ryanair Londra-Pisa. Mentre si trovavano a bordo dell’aereo in attesa del permesso per decollare dall’aeroporto di Stansted, hanno visto entrare sull’aeromobile dei funzionari di polizia con tanto di tute protettive.

Uno dei passeggeri,come spiega il DailyMail, aveva da poco ricevuto un messaggio dall’autorità sanitaria britannica che confermava la sua positività al Coronavirus. L’uomo e il suo compagno di viaggio sono stati quindi prelevati e trasferiti nell’area di isolamento dell’aeroporto.

I loro sedili sono stati disinfettati e l’aereo (dopo un’ora e quaranta di ritardo) è decollato, direzione Pisa. La compagnia aerea ha sottolineato in un comunicato che “entrambi i passeggeri hanno sempre indossato la mascherina e sono rimasti seduti sull’aereo solo per un breve periodo, circa 10 minuti”.

L’uomo non ha rispettato le prescrizioni delle autorità inglesi. “Chi si sottopone al tampone – spiegano dal locale dipartimento della Salute – deve rimanere a casa fino a quando non ottiene il risultato”. Cosa che, ovviamente, il passeggero poi risultato positivo non ha fatto, imbarcandosi sull’aereo come se nulla fosse.

Gli altri passeggeri intanto sono liberi di circolare in Italia. “E adesso potremmo infettare chiunque qui in Italia”, afferma in un’intervista al Mirror il 21enne britannico Fionn Murphy, uno dei passeggeri di quell’aereo. 

Fionn Murphy ha raccontato: “Ci ha messo tutti quanti a rischio. Lo hanno portato via, ma poi l’equipaggio ci ha detto che noi non dovevamo fare né quarantena, né test, eravamo a posto così. Lo hanno fatto passare per un caso sospetto, ma ora tutti sappiamo che aveva il Covid. A quel punto non ero sicuro di voler andare. Penso che, se mi fosse stata data la possibilità, sarei sceso e sarei tornato a casa. Sono giovane e dovrei stare bene, ma sono preoccupato per gli altri nel caso ce l’avessi. Potrei contagiare le persone qui (a Pisa) adesso”. (Fonti Daily Mail e YouTube).