Il presunto stupratore di ragazzine: il VIDEO della Polizia

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 marzo 2018 17:45 | Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2018 9:53
Il presunto stupratore seriale di ragazzine

Il presunto stupratore seriale di ragazzine: il VIDEO che lo incastra

BOLOGNA – Un brasiliano di 35 anni è comparso davanti al gip di Bologna per la convalida del fermo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Il brasiliano residente a Berbenno di Valtellina (Sondrio), è accusato di aver molestato due ragazzine a Monza e a Casatenovo, in provincia di Lecco. I fatti, secondo Repubblica, sarebbero avvenuti la settimana scorsa: l’uomo è stato fermato il 23 marzo a Imola dagli agenti della Squadra Mobile di Milano che ora starebbero vagliando anche altri episodi accaduti in queste settimane.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, spiega Repubblica, il 19 marzo scorso l’uomo avrebbe seguito una tredicenne di Monza mentre faceva rientro a casa. Quando la ragazzina è entrata nel portone del suo palazzo, l’uomo l’avrebbe aggredita dopo essere riuscito a entrare insieme a lei in ascensore. La ragazzina avrebbe reagito mordendogli una mano e sarebbe poi riuscita a scappare in casa.

Continua Repubblica che lo stesso giorno l’uomo, stando a quanto riportato nelle immagini, avrebbe seguito un’altra ragazzina mentre faceva ritorno a casa da scuola. Questo secondo episodio sarebbe avvenuto a Casatenovo in provincia di Lecco. Il 35enne avrebbe seguito dalla fermata del bus ed anche in questo caso sarebbe entrato fin dentro l’androne di casa in cui abita la ragazzina, che poi sarebbe stata palpeggiata. L’uomo, secondo l’accusa, avrebbe anche tentato di trascinarla via tappandole la bocca.

Anche in questo caso, l’adolescente sarebbe riuscita a sottrarsi all’aggressione urlando e divincolandosi. Entrambe le vittime, accompagnate dai genitori, hanno sporto denuncia mettendo in moto le indagini. Il brasiliano si era spostato dalla provincia di Sondrio a quella di Bologna: qui, tre giorni fa gli agenti della Squadra Mobile di Milano lo hanno raggiunto e fermato. All’esame ci sarebbero ora anche altri episodi verificatisi nelle settimane scorse, sempre tra la Brianza e la provincia di Lecco.

Corriere Tv mostra il video di quanto accaduto: