Punta Perotti, il sindaco di Bari Emiliano: “In quell’area non si può costruire”. Le immagini del crollo dell’eco – mostro

Pubblicato il 18 Novembre 2010 11:26 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2010 11:27

Il sindaco di Bari, Michele Emiliano, propone un accordo di programma tra lo stato e i soggetti proprietari dei terreni su cui sorgeva il complesso di Punta Perotti, poi confiscati, per mettere la parola fine alla vicenda.

”Quello che è certo – assicura – è che non possiamo consentire che sull’area del parco di Punta Perotti si possa ancora edificare”.

”Siamo disponibili – spiega il sindaco – a trovare un accordo per spostare quei valori edificabili in un’altra area. Se l’accordo non dovesse essere trovato l’amministrazione comunale varera’ una variante al piano regolatore di inedificabilita’ di quell’area. Per noi l’area Punta Perotti è il simbolo della rinascita e non può essere cancellata da norme contraddittorie e da sentenze che vanno contro il comune sentimento delle persone”.

L’ecomostro, come è stato ribattezzato, venne demolito nell’aprile del 2006. Con gli anni è diventato un simbolo negativo. In questo video si vede il momento in cui il complesso di Punta Perotti va giù grazie alla dinamite: