Ragno gigante striscia sul manubrio del quad e poi si arrampica sul corpo: il VIDEO dall’Australia

di Caterina Galloni
Pubblicato il 4 Aprile 2021 17:00 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2021 13:03
Ragno gigante striscia sul manubrio del quad e poi si arrampica sul corpo: il VIDEO dall'Australia

Ragno gigante striscia sul manubrio del quad e poi si arrampica sul corpo: il VIDEO dall’Australia (Foto da video)

Un video mostra il momento terrificante in cui un uomo filma un ragno gigante. Ragno che striscia lungo il manubrio del quad e poi si arrampica sul corpo dell’uomo.

Nel filmato si sente Metui Tongatua gridare alla figlia di scappare dopo aver individuato il ragno cacciatore delle dimensioni di un grande piatto. Tongatua stava guidando lungo una strada deserta nel North Queensland, in Australia, con i suoi due cani e la figlia a bordo della roulotte sul retro.

Il video del ragno gigante che si arrampica sul quad

L’uomo ha improvvisamente individuato il grande ragno che strisciava lungo il manubrio del veicolo e ha iniziato le riprese. Ma la situazione ha preso una brutta piega quando il ragno ha iniziato ad avanzare verso di lui e poi gli è saltato addosso. Dopo aver detto alla figlia di scendere dalla roulotte, Tongatua si esibisce in quattro imprecazioni.

La vibrazioni del quad attirano i ragni

Secondo l’aracnologo Robert Raven, le vibrazioni del quad attirano i ragni alla “velocità di un razzo”. Ma, se il veicolo è un modello vecchio e funziona a diesel, i ragni sbandano. “Non sappiamo perché, ma i ragni si posizionano sugli pneumatici e si agitano creando delle profonde vibrazioni “, ha spiegato Raven del Queensland Museum.

I ragni cacciatori, cioè i ragni giganti

I ragni cacciatori sono rinomati per le enormi dimensioni, i maschi hanno un’ampiezza delle zampe che può raggiungere i 30 cm. I ragni cacciatori adulti non tessono ragnatele ma si nutrono di prede, usano il veleno, che non è mortale per l’uomo, per stordirle, immobilizzarle e ucciderle.

A volte sono chiamati ragni granchi giganti o ragni del legno perché amano vivere in aree come foreste, nei capannoni e cataste di legna. Vivono in climi tropicali caldi in tutto il mondo. In luoghi come l’Australasia, l’Asia, l’Africa, le Americhe e il bacino del Mediterraneo.

Sono comuni in Australia ma sono stati introdotti accidentalmente in zone  degli Stati Uniti, Pakistan, India, Cina e Giappone.