Reggina in Serie B: tifosi e giocatori festeggiano senza mascherine e distanziamento VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Giugno 2020 10:33 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2020 10:33
reggina tifosi serie b

Reggina in Serie B: tifosi e giocatori festeggiano senza mascherine e distanziamento

ROMA – La Reggina torna in Serie B dopo sei anni.

La squadra calabrese è stata promossa grazie alla sospensione del campionato di Lega Pro in seguito all’emergenza sanitaria da coronavirus.

Al momento dello stop, la squadra calabrese era prima in classifica nel girone C: alla notizia della promozione, tifosi e giocatori sono scesi in strada per festeggiare.

In molti però non hanno indossato la mascherina protettiva e non hanno mantenuto la distanza di sicurezza di almeno un metro.

A festeggiare in strada c’era anche l’attaccante argentino German Denis. Le immagini in fondo all’articolo mostrano i tifosi che esultano in piazza Duomo.

Promosse in serie B anche Monza e Vicenza

La Reggina è stata promossa insieme al Monza e al Vicenza.

Le tre squadre erano prime dei rispettivi gironi di Serie C al momento dello stop.

Lo ha stabilito il consiglio federale della Figc.

”Finalmente la B è in Brianza”, ha scritto il sito del Monza.

”Oggi la notizia che tutti i cuori biancorossi aspettavano è arrivata e la gioia sopita in 19 anni può finalmente esplodere dentro ognuno di loro. Niente caroselli per la città o feste in piazza, troppo alto il rischio di rimbattersi in quell’avversario invisibile”.

”I festeggiamenti non mancheranno, nei modi e nei tempi giusti, in attesa di poter tornare tutti insieme ad abbracciarsi al Brianteo” prosegue il club sul sito.

Anche il Vicenza in festa. “Tre anni per qualcuno sono volati, sono sembrati interminabili per qualcun altro. I tre anni vissuti dall’L.R. Vicenza, senza nemmeno respirare il profumo della Serie B, sono scaduti oggi, quando la Figc ha decretato la promozione della formazione biancorossa di Mimmo Di Carlo che di un altro Vicenza fu capitano”.

“The Braves are Back … è Serie B!”, lo slogan apparso sul sito web della società che non ha mancato di sottolineare il rammarico per aver dovuto rinunciare ai festeggiamenti nello stadio Romeo Menti, tempio del calcio biancorosso. 

Il Vicenza era retrocesso al termine della stagione 2016/17, passando attraverso il fallimento del 2018 e l’acquisizione da parte del gruppo presieduto da Renzo Rosso. Euforico e felice per la promozione proprio il patron e ‘Mister Diesel’.

“E’ un grande giorno – le parole di Rosso – per noi e per il territorio vicentino: finalmente siamo in B. Il primo plauso va alla squadra che l’ha guadagnata sul campo, al mister e a tutta l’organizzazione che ha fatto un buon lavoro” (fonte: Ansa, Repubblica).