Roma-Rieti, Renata Polverini prende l’elicottero: “Più di 15 mila euro” per 75 chilometri

Pubblicato il 22 Luglio 2011 8:29 | Ultimo aggiornamento: 22 Luglio 2011 21:16

Renata Polverini (LaPresse)

ROMA – Roma-Rieti, un viaggio da 75 chilometri e una festa del peperoncino da inaugurare: così Renata Polverini, governatrice del Lazio, è salita in elicottero. Spettava a lei tagliare il filo rosso della kermesse organizzata da Guglielmo Rositani, ex senatore di Alleanza Nazionale e ora consigliere Rai in quota centrodestra.

Per andare fino al “cuore piccante di Rieti” Renata Polverini avrebbe speso più di 15 mila euro, stando a quanto scrive Carlo Tecce sul Fatto quotidiano. In effetti in volo ci vuole una manciata di minuti ad arrivare, “poche decine” sottolinea il Corriere della Sera.

Proprio la governatrice di austerity e tagli ha davvero optato per questo viaggio nel cielo del Lazio? A Tecce che chiedeva spiegazioni ha risposto: «Ma come può parlare di tagli dei costi della politica?». E poi: «Non ho nulla da spiegare. Pago tutte le spese che faccio. L’importante e’ che non vado con i soldi pubblici, vai tranquillo caro» .

Renata Polverini è quella che ha in cantiere di ridurre le commissioni permanenti da sedici a dieci, l’addio ai monogruppi e forse anche ai vitalizi. E le sue spese? «Quale credibilità ha la Polverini se subito dopo aver inviato un comunicato in cui parlava di costi della politica da tagliare ha preso un elicottero per recarsi alla Fiera del peperoncino di Rieti?» attacca Nando Bonessio, presidente regionale dei Verdi.

Alla fatidica domanda «E’ vero che è arrivata a Rieti in elicottero?» la governatrice ha replicato: «Lei non troverà alcuna spesa che mi riguarda, non prendere cantonate. Studia, non fare come i tuoi colleghi della casta dei giornalisti».

Visto che la temperatura stava salendo Rositani l’ha anche difesa dicendo: «Vada via, altrimenti la prendo a schiaffi». Poi di nuovo al giornalista Polverini ha chiarito: «Non ho nulla da spiegare. Pago tutte le spese che faccio. L’importante e’ che non vado con i soldi pubblici, vai tranquillo caro».

La reazione di Renata Polverini e di Guglielmo Rositani alle domande di Carlo Tecci del Fatto Quotidiano: