Gb, la rivolta contagia Manchester e Bristol: scontri con la polizia e assalti ai negozi

Pubblicato il 10 Agosto 2011 9:50 | Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2011 10:21

LONDRA – Si estendono anche a Manchester e Bristol i disordini scoppiati sabato scorso a Londra: lo riferiscono i media britannici citando fonti di polizia.

A Manchester la polizia ha dichiarato che “numerose auto sono state danneggiate” e di aver affrontato disordini di natura ”minore” nel centro e a Salford (quartiere periferico). Nel centro della città “qualche negozio è stato preso d’assalto da gruppi di giovani che si sono riuniti e sembrano intenzionati a fare danni”, ha dichiarato Terry Sweeney della polizia della città, sottolineando che gli agenti sono   arrivati sul posto per compiere degli arresti.

A Bristol invece, “un gruppo di circa 150 giovani” si è scontrato con la polizia, scrive la Bbc citando fonti di Scotland Yard.

Stamani intanto si riunirà un comitato di crisi alla presenza del premier David Cameron per decidere misure per fermare le violenze, giunte alla terza notte consecutiva.

A Manchester “numerose auto sono state

danneggiate”, mentre a Bristol (sudovest) “un gruppo di circa

150 giovani” si e’ scontrato con la polizia, scrive la Bbc

citando fonti di Scotland Yard.

Stamani si riunira’ un comitato di crisi alla presenza del

premier David Cameron per decidere misure per fermare le

violenze, giunte alla terza notte consecutiva.