Rocco Siffredi nel VIDEO raccolta fondi reparto urologia Domodossola. Critiche: “Sessista e volgare”

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2019 13:44 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2019 13:46
rocco siffredi video ospedale urologia domodossola

Rocco Siffredi nel video del reparto di urologia di Domodossola

ROMA – Rocco Siffredi pubblicizza un evento di raccolta fondi per il reparto di urologia dell’ospedale di Domodossola in Piemonte, provincia di Vebano Cusio Ossola. La sua presenza non è però piaciuta e gli organizzatori sono stati accusati di aver realizzato un video “sessista e volgare”.  L’evento è stato organizzato nel comune di Antrona Schieranco e si chiama “Antrona con le stelle”, il 27 e 28 luglio: in quei giorni verranno raccolti fondi per l’acquisto di attrezzature per il reparto di urologia dell’ospedale di Domodossola. Nel video in questione, il noto attore a luci rosse appare insieme ad una ragazza vestita con abiti che mettono in risalto le sue forme.

A criticare il filmato sono Marianna Rampini e Lisa Tamaro, Consigliere di parità della Provincia del Verbano Cusio Ossola, e Simona Lanzoni, coordinatrice di Reama, la rete nazionale di Fondazione Pangea per l’empowerment e l’auto mutuo aiuto delle donne che subiscono violenza. “Il video propone un modello di donna ‘oggetto’, è sessista e volgare, e incita l’uomo ad usare la donna, ogni donna, come oggetto della propria attività sessuale, quest’ultima per altro ritenuta nel messaggio condizione necessaria per fare prevenzione” scrivono in un comunicato le consigliere.

L’evento propone una raccolta fondi per l’acquisto di attrezzature per favorire la diagnosi di tumore alla prostata da consegnare al reparto di urologia dell’ospedale. Nel video, Siffredi spiega che lui non ha bisogno di quelle apparecchiatura in quanto si tiene in forma anche con la ragazza in questione: l’apparecchiatura però può servire ad altri maschietti anziani per fare prevenzione.

All’evento inoltre anche Michelle Ferrari, ex attrice per adulti che, come Siffredi, ha prestato il suo volto per la causa in un altro video invitando tutti alla partecipazione. Le consigliere spiegano che “l’iniziativa di raccolta fondi per il reparto di urologia è lodevole ma non il modo di sponsorizzarla perché svilisce non solo il senso stesso di un evento condivisibile e necessario ma anche il lavoro di prevenzione rispetto agli stereotipi di genere che da anni realtà e associazioni portano avanti nelle scuole dello stesso territorio”. Poi aggiungono: “Riteniamo diseducativo ed inaccettabile il passaggio di tali messaggi che vengono sfruttati a favore di una importante raccolta fondi a scopo benefico. Pensiamo che ci possano essere modi per fare comunicazione soprattutto quanto il messaggio proviene da enti e istituzioni e tocca temi così delicati legati alla salute pubblica”.

Fonte: Fanpage, Youtube