Roma, cane aggredisce Gigiola Guerinoni. Gli agenti lo legano e muore soffocato: video

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 settembre 2013 18:51 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2013 18:51
Il cane legato all'inferriata

Il cane legato all’inferriata

ROMA – La sera di domenica 8 settembre, un cane ha aggredito nel quartiere romano di San Basilio una donna. Gli agenti intervenuti dopo l’aggressione, hanno legato il cane ad un inferriata in attesa dell’arrivo del veterinario della Asl. L’animale però, un bel mastino napoletano, è morto soffocato. Il Messaggero ha pubblicato per primo il video choc completo che mostra l’agonia del cane (clicca qui per vederlo).

Ad essere aggredita è stata Gigliola Guerinoni, 68 anni, la “mantide di Cairo Montenotte”. La Guerinoni è salita alle cronache per aver ucciso il suo amante Cesare Brin: l’omicidio, alla donna, è costato una condanna a 26 anni di carcere.

Dopo l’aggressione, la “mantide” è stata ricoverata all’ospedale Sandro Pertini. Il cane che l’ha attaccata era stato liberato da due rumeni: Vasile Popov e Cosmin Giorgin di 40 e 34 anni. I due uomini lo avevano liberato dal guinzaglio e aizzato contro la polizia, intervenuta a sedare il loro tentativo di rottura delle vetrine di una pizzeria. L’animale però, invece di aggredire gli agenti si era scagliato contro la donna che in quel momento stava passando, staccandole quasi un dito e azzannandola a cosce e glutei.

La polizia era intervenuta dopo che il proprietario della pizzeria in questione, si era rifiutato di dare da bere ai due rumeni. Popov e Giorgin, per reazione avevano aizzato il cane contro gli agenti liberandolo. Il cane era finito contro la Guerinoni e poi acciuffato dagli agenti che lo avevano legato ad un inferriata in attesa dell’arrivo del veterinario della Asl. Il cane però, come testimonia questo video choc sconsigliato ad un pubblico sensibile, dopo qualche minuto di agonia è morto strozzato.  Ora la Procura ha aperto un’inchiesta per capire il perché del mancato intervento tempestivo del veterinario della Asl.