Nuova gaffe di Romney: “Dei poveri non mi occupo”

Pubblicato il 19 settembre 2012 10:46 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2012 11:08

WASHINGTON – Nuova fonte di imbarazzo per Mitt Romney, candidato repubblicano alla Casa Bianca, che in un video girato in segreto e risalente a una raccolta fondi del 17 maggio attacca gli statunitensi che non pagano le tasse. “Il 47% degli americani non versa le imposte sul reddito. Questo 47% voterebbe per il presidente in ogni caso. Le persone che fanno parte di questo 47% sono dipendenti dal governo, che le crede vittime”, dice l’ex governatore del Massachusetts nelle immagini pubblicate online dalla rivista Mother Jones. “Queste persone – sottolinea Romney nel video – credono che il governo abbia la responsabilità di prendersi cura di loro, credono di avere il diritto di avere copertura sanitaria o per il cibo, la casa, o qualsiasi altra cosa. Il mio lavoro è di non preoccuparmi di queste persone”.

“Non riuscirò mai a convincere questa gente a prendersi le proprie responsabilità personali e occuparsi delle proprie vite”, continua il candidato Gop alle presidenziali in Usa nelle immagini. Dopo la diffusione della clip, Romney ha convocato una conferenza stampa per chiedere di mostrarla completamente e non in parte, come invece avvenuto online. L’ex governatore del Massachusetts ha tentato di chiarire i suoi commenti, ma non si è mai scusato. “Non è spiegato in modo elegante, lasciate che ve lo dica così. Stavo improvvisando un discorso in risposta a una domanda. Sono sicuro che avrei potuto dirlo in modo più chiaro ed efficace di quanto fatto”, ha affermato. “Ovviamente – ha proseguito parlando con i giornalisti – voglio aiutare tutti gli americani. Tutti hanno un futuro brillante e florido”. Romney non ha messo in dubbio l’autenticità della clip.

L’ufficio per la campagna elettorale del presidente Barack Obama si è rapidamente impossessato della clip, che ha generato un polverone online e soprattutto su Twitter. La fonte di imbarazzo arriva in un momento particolarmente delicato per i collaboratori di Romney, che negli ultimi giorni stavano già lavorando per calmare le differenze tra le fila Gop e rassicurare i donatori sullo stato della corsa verso la Casa Bianca. Circa il 46% degli statunitensi, percentuale a cui si riferisce Romney, non ha dovuto versare tasse federali nel 2011, ma una buona parte di questi ha comunque dovuto farsi carico di altri tipi di imposte.