YOUTUBE Russia, uomo che sembra una mummia soppravvive un mese nella tana dell’orso

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 27 Giugno 2019 13:43 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2019 13:43
uomo mummia

Russia, uomo che sembra una mummia soppravvive un mese nella tana dell’orso

ROMA – Un uomo russo è stato salvato dalla tana di un orso bruno dopo che l’animale gli ha rotto la spina dorsale e lo ha lasciato là per un mese considerandolo un pasto sicuro prima o poi da consumare. L’uomo è stato salvato grazie ad alcuni cani da caccia che, passando vicino alla tana dell’orso, si sono messi ad abbaiare.

L’uomo è stato identificato solo come Alexander: pervia del forte chocsubito non ricorda il suo cognome ne la sua età. Il suo ritrovamento è avvenuto nella remota regione russa di Tuva, vicino al confine con la Mongolia. Inizialmente i cacciatori avevano pensato che si trattasse del corpo mummificato di un uomo, ma poi si accorti che Alexander era ancora vivo.

L’orso bruno è noto per l’abitudine di catturare le sue prede e lasciarle “riposare” nella sua prima di consumarle. Alexander si è procurato la rottura della spina dorsale nella lotta contro l’orso. Rimasto là per circa un mese, l’uomo era vicino alla morte dato che gravemente emaciato. Portato di corsa in ospedale, oltre alla schiena rotta gli sono state diagnosticate ferite gravi ed anche tessuto in decomposizione a causa del troppo tempo immobile passato all’interno della tana.

5 x 1000

Nel referto si legge anche che i medici non possono spiegare come l’uomo sia sopravvissuto a tali ferite. Resta anche un mistero come abbia fatto ad alimentarsi e a bere in tutto questo tempo.

Fonte: Daily Mail