Alessandro Sallusti: “Matteo Renzi mi disse: ti spacco le gambe, basta***”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 maggio 2018 13:45 | Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2018 14:48
Alessandro Sallusti: "Matteo Renzi mi disse: ti spacco le gambe, basta***"

Alessandro Sallusti: “Matteo Renzi mi disse: ti spacco le gambe, basta***”

ROMA – “Ti spacco le gambe, bastardo”: con queste parole l’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi si sarebbe rivolto all’allora direttore del Giornale Alessandro Sallusti.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play]  Lo ha raccontato lo stesso Sallusti a Peter Gomez al programma La Confessione sul canale Nove.

Parole che in realtà Salluti aveva già riferito alla trasmissione Radio Un Giorno da pecora nel 2016. L’accaduto riguarda una telefonata che il giornalista avrebbe ricevuto da Palazzo Chigi una vigilia di Natale, come ha raccontato lui stesso:

“Era una vigilia di Natale e suona il telefonino: ‘E’ Palazzo Chigi, le passo il presidente’. Dico: ‘Buongiorno presidente come sta?’. Lui inizia: ’Come sto un cazzo, tu sei un bastardo’. ‘Ma presidente cosa c’è?’, dico. ‘Hai pubblicato sul sito una notizia…’, fa lui. Io non sapevo onestamente di cosa stavamo parlando. Dico: ‘Stiamo su ‘Scherzi a parte’?’; e lui dice: ’’Scherzi a parte’ un cazzo, io vengo sotto casa e ti spacco le gambe’”.

A quel punto Sallusti si sarebbe spazientito: “Io dico: ‘Sai cosa c’è? Ho un rispetto sacrale del presidente del Consiglio, chiunque sia, ma se la metti su questo piano per me puoi andare a fanculo’, e ho appeso il telefono. Non ci siamo parlati per due anni”.

Il motivo dell’ira di Renzi, secondo quanto ha detto Sallusti, sarebbe stato un non meglio specificato articolo scritto sul suo giornale riguardo a Maria Elena Boschi.