YOUTUBE Salonicco, sindaco preso a calci e pugni in strada da estremisti di destra

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 maggio 2018 14:44 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2018 14:44
Sindaco Salonicco malmenato

Salonicco, sindaco preso a calci e pugni in strada da estremisti di destra

SALONICCO (GRECIA)  – Il sindaco di Salonicco Yiannis Boutaris è stato aggredito da un gruppo di estremisti di destra [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] mentre partecipava ad una cerimonia in ricordo dell’uccisione di migliaia di greci del Ponto (mar Nero) durante e dopo la prima guerra mondiale ad opera dei turchi.

Secondo i giornali locali, Boutaris è stato aggredito da una decina di nazionalisti che contestavano la sua presenza all’evento nella seconda città della Grecia. Il sindaco, un indipendente le cui posizioni anti-nazionaliste sono note (ha ad esempio definito Kemal Ataturk, il padre della Turchia moderna detestato da molti greci, “un grande uomo politico”), è stato preso a calci e colpito con bottiglie anche dopo che era caduto a terra.

La polizia ha arrestato due persone, mentre continua ricercare gli altri autori del pestaggio. “E’ stato un incubo – ha dichiarato Boutaris al sito Greek Reporter – Mi colpivano da ogni parte”. Boutaris ha trascorso la notte in ospedale. Unanime la condanna del mondo politico greco, dal premier Alexis Tsipras che ha parlato di “bulli di estrema destra”, ai conservatori di Nea Dimokratia.