Salvini contestato a Napoli (video): “Tornerò, 20 ultrà non la rappresentano”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2014 17:35 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2014 17:35
Salvini contestato a Napoli (video): "Tornerò, 20 ultrà non la rappresentano"

Matteo Salvini contestato a Napoli (LaPresse)

NAPOLI – Matteo Salvini promette che tornerà a Napoli dopo la contestazione di oggi 6 maggio che lo ha costretto a interrompere il comizio.

“A Napoli tornerò presto. Venti ultrà che inneggiano a Genny la carogna non rappresentano una città”, ha sostenuto in una nota il segretario federale della Lega Nord. “Ci sono tante persone perbene, tanti disoccupati e pensionati che anche a Napoli hanno firmato per il nostro referendum per cancellare la legge Fornero, che vogliono liberarsi dall’euro e fermare l’immigrazione clandestina. La Lega lavora per loro, non per una manciata di violenti”.

Salvini ha poi parlato dello scandalo della terra dei fuochi: “Le aziende del Nord che hanno scaricato rifiuti qui finiscano in galera. Chi non rispetta la legge deve andare in galera – prosegue – dovunque abiti”.

Il video delle contestazioni: