Salvini a Lecce, selfie a sorpresa di nuovo: “Non siamo più terroni di me***?” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 maggio 2019 8:31 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2019 8:53
Salvini a Lecce, selfie a sorpresa di nuovo: "Non siamo più terroni di me***?" VIDEO

Salvini a Lecce, selfie a sorpresa di nuovo: “Non siamo più terroni di me***?” VIDEO

LECCE – “Non siamo più terroni di me***?”: un nuovo selfie a tradimento ha accolto il vicepremier leghista Matteo Salvini a Lecce. Dopo Valentina Sestito, che a Salerno aveva colto in fallo il ministro dell’Interno chiedendogli un selfie e poi dicendo, mentre riprendeva in diretta Facebook, “allora non siamo più terroni di mer**?”, un giovane in Salento ha fatto lo stesso. E le parole spesso proferite dal leader della Lega gli si sono ritorte contro. 

L’incidente è accaduto durante l’ora dedicata dal vicepremier ai selfie con i fan. Poco prima, nell’intervento di una decina di minuti sul palco allestito in piazza Sant’Oronzo, Salvini aveva detto: “Mi piacciono quelli che mi attaccano perché di solito hanno il portafogli pieno e sono figli di papà. E dicono ‘fate arrivare gli immigrati perché tanto noi problemi a casa non ne abbiamo, non stiamo nelle case popolari”.

E le proteste di certo in Puglia non sono mancate. “Salvini benvenuto nel Salento, terra di pace e accoglienza”, recitava uno striscione affisso su palazzo Adorno a Lecce, sede della Provincia. “Uno striscione per ricordare a tutti che la storia del Salento è fatta di ponti e non di muri”, ha spiegato il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, eletto nelle file del Pd.

5 x 1000

A Bari, dove il ministro è andato in serata, circa 200 persone hanno manifestato vicino al palco del comizio. Hanno urlato “Buffone, vai via da Bari”. Hanno esposto uno striscione con la scritta “San Nicola è un immigrato?”, “I terroni non si Lega-no” e hanno fischiato più volte durante alcuni passaggi del suo intervento. (Fonte: Ansa)