Salvini contestato a Piacenza. Lui: “Cantano Bella Ciao col Rolex. Berlinguer vi prenderebbe a sputazzi” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Gennaio 2020 11:16 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2020 11:20
matteo salvini a piacenza

Matteo Salvini a Piacenza

ROMA – In vista del voto in Emilia che si terrà il prossimo 26 gennaio, Matteo Salvini ha raggiunto Piacenza dopo un tour de force che lo ha visto andare in moltissimi paesi. Il leader della Lega parla e parte una piccola contestazione. L’ex ministro replica così: “Cantano ‘Bella Ciao’ con il Rolex al polso. Se ci fosse qua Berlinguer vi prenderebbe a sputazzi… non ci sono più i comunisti di una volta”. 

Salvini: “Oggi Peppone voterebbe Lega” 

Salvini nelle scorse ore era a Brescello in provincia di Reggio Emilia. Qui ha visitato il museo dedicato a Don Camillo e Peppone, il sindaco comunista interpretato da Gino Cervi e il prete. I due personaggi sono stati inventati da Giovanni Guareschi e sono stati resi celebri da una serie di film: “Non avete idea di quanti vecchi comunisti mi abbiano detto in questi giorni: quelli del Pd preferiscono i banchieri agli operai, stavolta voto per voi!” ha scritto su Facebook l’ex vicepremier.

“Peppone e Don Camillo erano persone serie, politicamente erano distanti, ma leali. A sinistra oggi è cambiato il mondo, se pensiamo che una volta c’era più senso dell’onore e del rispetto in politica, da Luciano Lama a Enrico Berlinguer. Invece ora ci sono Renzi e Zingaretti…”, ha concluso Salvini. 

Fonte: Ansa, YouTube, La contestazione a Salvini al minuto 20.