Sam Berns è morto: aveva 17 anni ma sembrava anziano per la sindrome progeria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 gennaio 2014 20:43 | Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2014 13:27
Sam Berns è morto: aveva 17 anni ma sembrava anziano per la sindrome progeria

Sam Berns

BOSTON – Sam Berns, il ragazzo colpito da una rara malattia genetica che lo faceva invecchiare in fretta, è morto. Aveva 17 anni, ma il suo fisico ne dimostrava molti di più. Berns, americano di Boston, era affetto dalla sindrome di Hutchinson-Gilford progeria, che altera il corpo ma non la mente, causando nel bambino l’insorgere di malattie tipiche degli anziani, che portano il malato ad una morte precoce.

Berns era conosciuto in tutto il mondo per il documentario sulla sua vita “Life According to Sam”. Negli ultimi mesi aveva anche tenuto delle conferenze sulle sue condizioni, che colpiscono una persona ogni 6 milioni. Le sue parole sono diventate uno dei discorsi motivazionali più apprezzati e toccanti.

Attualmente nel mondo sono circa 200 i bambini con la sindrome Hutchinson-Gilford progeria, con un’aspettativa di vita di 13 anni.