San Marco in Lamis, 200 persone assembrate per pregare sul sagrato. Anche il sindaco VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Aprile 2020 11:31 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2020 18:13
San Marco in Lamis (Foggia), 200 persone assembrate per pregare sul sagrato. Anche il sindaco VIDEO

San Marco in Lamis, 200 persone assembrate per pregare sul sagrato. Anche il sindaco (Foto Ansa)

ROMA – San Marco in Lamis (Foggia), centiaia di persone (tra 100 e 200 secondo stime non ufficiali) hanno partecipato per strada ai riti per il Venerdì Santo. 

Un assembramento in piena regola (in piena quarantena da Coronavirus), al quale avrebbero partecipato, scrive l’Agi, anche il sindaco Michele Merla.

San Marco in Lamis, va ricordato, è il paese dove c’è stato il primo decesso in Puglia di un anziano positivo al virus Covid-19. E proprio il funerale di quella vittima si era trasformato in un maxi focolaio.

Ieri, venerdì 10 aprile, un centinaio di persone ha assistito davanti al sagrato della chiesa di Maria Santissima Addolorata alla preghiera alla Vergine, recitata da don Matteo, senza rispettare le misure anti-contagio che vietano di uscire di casa in assenza di necessità e proibiscono gli assembramenti.

Video e foto delle celebrazioni a San Marco in Lamis stanno facendo il giro del web. Le forze dell’ordine stanno analizzando filmati anche di eventuali telecamere di sicurezza e, a quanto si è appreso, non si esclude che possano scattare denunce penali.

“Stiamo raccogliendo tutti i filmati circolati nelle ore immediatamente successive la celebrazione religiosa al fine di verificare eventuali responsabilità”, dichiara all’Ansa Ludovico Vaccaro, procuratore capo di Foggia. E annuncia: “A breve apriremo un’inchiesta”.

“Il nostro scopo è quello di ricostruire l’accaduto – aggiunge – per accertare eventuali responsabilità di tipo omissivo. Di sicuro c’è stata una violazione delle misure anti-contenimento da virus Covid”. (Fonti: Ansa, Agi e YouTube)