--

Sandy, uragano più forte verso New York. Bloomberg: “Via dalle zone a rischio”

Pubblicato il 29 Ottobre 2012 9:27 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2012 14:34

Sandy, uragano in arrivo su New York. Bloomberg: "Via dalle zone a rischio"

Sandy, uragano in arrivo su New York. Bloomberg: “Via dalle zone a rischio”

NEW YORK – L’uragano Sandy si abbatterà su New York il 29 ottobre e sta diventando sempre più forte. Questa la previsione del nuovo bollettino diffuso dal Centro nazionale uragani di Miami. Sandy si sta rafforzando: tempeste pericolose per l’uomo, venti oltre i 130 chilometri orari sulle coste e pesanti nevicate sulle montagne degli Appalachi sono in arrivo.

Il presidente Barack Obama ha firmato lo Stato d’emergenza per la città. Il sindaco Michael Bloomberg ha chiesto ai cittadini che ancora non l’hanno fatto di lasciare le proprie abitazioni nelle zone a rischio. “Il tempo a disposizione sta per scadere”, ha detto Bloomberg. Sandy si abbatterà su New York alle ore 13 del 29 ottobre, le 18 ora italiana.

Metro e bus fermi a partire dalle 19, 7.400 voli cancellati, scuole e biblioteche chiuse, ma soprattutto oltre 370mila persone evacuate per l’uragano che ha ucciso 65 persone nei Caraibi.

Oltre a New York l’uragano Sandy spaventa anche Washington, che ha chiuso tutti gli uffici federali. Le autorità hanno inoltre disposto che i servizi di trasporto pubblico, metro e bus, resteranno fermi lunedì 29 ottobre.

VIA DA NEW YORK” – “Se ancora non lo avete fatto evacuate“. Bloomberg ha parlato ai cittadini per prepararli all’arrivo dell’uragano Sandy. Il sindaco ha detto: “Se avete bisogno di aiuto per evacuare chiamate assistenza. Sono stati allestiti 76 rifugi nella città”.

Bloomberg ha poi sottolineato che non è prevista l’evacuazione di altre aree di New York oltre a quelle già allertate, afferma Bloomberg, sottolineando come il timore maggiore è che ”la gente non lasci” le proprie case.

L’ordine di evacuazione riguarda oltre 370.000 persone tra Lower Manhattan e Brooklyn: finora centinaia hanno già trovato rifugio nelle strutture appositamente adibite.

Bloomberg mette in evidenza come i collegamenti con Staten Island tramite traghetto saranno interrotti in serata. Tutte le scuole e le biblioteche di New York saranno chiuse lunedì, il porto verrà chiuso in serata.

A chi gli chiedeva, nel corso della conferenza stampa, se l’evacuazione di alcune aree di New York avesse dovuto essere ordinata con maggiore anticipo, Bloomberg ha risposto: “Assolutamente no”.

Chiusi anche Starbucks, le popolari caffetterie, per tutto lunedì. Anche i grandi magazzini Macy’s e Bloomingdale’s, così come i musei Smithsonian della Grande Mela e di Washington, hanno deciso di rimanere chiusi temendo Sandy. Fuori New York, i casino di Atlantic City sono vuoti.

STATO DI EMERGENZA  – Il presidente americano Obama ha firmato la dichiarazione dello stato di emergenza di New York. Lo comunica la Casa Bianca. ”Il presidente ha dichiarato che un’emergenza esiste nello stato di New York e ordinato aiuti federali per completare gli sforzi statali e locali dovuti all’uragano Sandy”.

CACCIA NEI SUPERMERCATI – E’ corsa ai supermercati per fare scorta di viveri, soprattutto acqua. Le autorità mettono in guardia da possibili blackout che causerebbero anche mancanza di acqua corrente nelle case.

Da qui la corsa all’acqua in bottiglia, terminata in molti supermercati della costa orientale: Wal Mart, il colosso della grande distribuzione, sta attingendo alle proprie scorte per riempire gli scaffali vuoti, con l’acqua andata a ruba.

Wal Mart potrebbe chiudere alcuni dei suoi punti vendita sulla costa orientale nelle aree potenzialmente più esposte dall’uragano.

VOLI CANCELLATI – Le compagnie aeree americane hanno cancellato più di 7.400 voli. Le cancellazioni – in base ai dati di FlightAware.com – si protrarranno fino a martedì’ I voli soppressi domenica sono 1.240. Lunedì ne sono stati cancellati 5.560. Le cancellazioni in programma martedì sono 645. I numeri, però potrebbero salire di molto, sarà necessario attendere gli sviluppi dell’uragano.

BORSA, SCAMBI SOLO ONLINE –  Il trading floor del New York Stock Exchange sarà chiuso il 29 ottobre a causa dell’uragano Sandy. Tutti gli scambi, riporta l’agenzia Bloomberg, saranno effettuati solo online.

UOMINI IN MARE IN CAROLINA – L’uragano Sandy ha costretto 17 membri dell’equipaggio del Bounty, una copia della celebre nave, ad abbandonare l’imbarcazione e a calarsi nelle gelide acque al largo della Carolina del nord. La Guardia costiera ha inviato 25 battelli di salvataggio agli uomini che indossano tute resistenti al gelo.